Deutsche Boerse rafforza taglio costi dopo perdita netta trim4

mercoledì 17 febbraio 2010 12:08
 

FRANCOFORTE, 17 febbraio (Reuters) - Deutsche Boerse (DB1Gn.DE: Quotazione) rafforzerà l'operazione di riduzione dei costi e si concentrerà sulla crescita organica, in risposta al calo dei volumi nel trading che ha portato la società alla sua prima perdita trimestrale.

"Il forte nervosismo sui mercati al momento indica che è ancora troppo presto per parlare di un ritorno alla normalità", ha detto il Ceo della borsa tedesca Reto Francioni. "Continueremo a tenere alta l'attenzione sui costi".

La società mercato ha comunicato, ieri in serata, una perdita netta di 33 milioni nell'ultimo trimestre 2009, una brusca caduta dal profitto di 222 milioni dell'analogo periodo dell'anno precedente. Gli analisti si aspettavano però un risultato peggiore, stimanto a -62 milioni.

I risultati avversi, afferma Deutsche Boerse, sono dovuti in gran parte a una rettifica da 415,6 milioni relativa alla controllata americana International Securities Exchange, il cui volume di trading è calato del 4,7% nell'anno. La scelta di non allentare la presa sui costi è piaciuta a Matthias Duerr, analyst di DZ Bank, che l'ha definita una risposta positiva alle "mutate condizioni dei mercati".

Anche Martin Peter di Landesbank Baden Wuerttemberg ha detto di considerare i tagli "sufficienti", dati i primi segnali di una crescita dei ricavi a seguito di una ripresa dei volumi all'inizio del 2010.

La borsa di Francoforte punta a realizzare risparmi per 50 milioni di euro a partire dal 2011, tagliando sul personale di management e forse trasferendo posizioni in outsourcing. Rivali come London Stock Exchange (LSE.L: Quotazione) e Nasdaq Omx (NDAQ.O: Quotazione) hanno a loro volta visto ridursi gli utili a causa dell'erosione delle commissioni, abbassate nel tentativo di difendersi dalla concorrenza dei nuovi entranti.

Intorno alle 12 italiane, il titolo di Deutsche Boerse guadagna circa il 2,7% a 48,64 euro.