Scudo, a Private banking 46% asset, 85% rimpatri effettivi -Aipb

lunedì 15 febbraio 2010 10:59
 

MILANO, 15 febbraio (Reuters) - Il private banking italiano ha attratto 44 dei 95 miliardi di euro scudati dalle famiglie italiane, pari al 46% del totale. Di questi, l'85% sono stati rimpatri effettivi (o fisici), il 12% rimpatri giuridici e il 3% regolarizzazioni.

E' questo il risultato di un sondaggio dell'Associazione private banking italiana (Aipb) tra i propri associati.

I 44 miliardi conquistati dal private banking italiano con lo scudo ter superano i 40,3 miliardi raccolti nel 2001-2003 con le due precedenti edizioni dello scudo fiscale.

I capitali scudati dal private banking sono per il 72% in denaro, per il 25% in attività finanziarie e per il 3% in investimenti di natura non finanziaria (tra cui opere d'arte e gioielli), partecipazioni societarie e beni immobili.

Il taglio medio delle operazioni è stato pari a 600.000 euro per le prime dieci strutture di private banking e a 730.000 euro per gli altri operatori private. Il taglio medio per le operazioni attraverso fiduciarie di emanazione bancaria è stato di 1,2 milioni di euro.