Profilo, dopo ultima tranche aumento, Sator lima quota al 53,5%

venerdì 15 gennaio 2010 16:32
 

MILANO, 15 gennaio (Reuters) - Dopo la conclusione di tutta l'operazione di ricapitalizzazione da 110 milioni di euro di Banca Profilo (PRO.MI: Quotazione), Arepo BP, società che fa capo al fondo di Matteo Arpe, Sator, possiede il 53,538% del capitale dell'istituto, dal 55,8% posseduto prima del collocamento dell'ultima tranche da 10 milioni dell'aumento di capitale.

E' quanto si legge nell'avviso pubblicato sui quotidiani relativo alle partecipazioni dei soci di Banca Profilo dopo l'accordo di investimento dello scorso febbraio tra Sator e gli azionisti di riferimento storici della banca che ha portato al cambio di controllo della società.

Tra i precedenti azionisti: Profilo Holding, società facente capo Sandro Capotosti, possiede il 6,485% a cui si aggiunge lo 0,461% detenuto a titolo personale; Capital Investment Trust, società fiduciaria cui sono intestate le azioni della famiglia Torchiani, il 3,187%, mentre la sua controllata Erasmo Holding ha il 3,785%; OZ Finance, società controllata congiuntamente da Sandro e Piero Torchiani, lo 0,514%; Lares, società che fa capo a Marco Manara, l'1,163%; Gap, società facente capo Arnaldo Grimaldi lo 0,788%

A fine luglio scorso Arepo BP ha sottoscritto la tranche da 70 milioni di euro ad essa riservata seguita dall'offerta di 30 milioni circa in opzione agli azionisti, interamente sottoscritta dal mercato a inizio novembre.

A fine dicembre scorso si è poi perfezionato l'aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione con l'integrale sottoscrizione della tranche residue da 10 milioni collocata dal Cda presso investitori istituzionali.