RPT-Snam, 2009 in linea, no comment Knight Vinke - Meomartini

giovedì 14 gennaio 2010 12:38
 

Integra titolo, corregge nel testo nome fondo

MILANO, 14 gennaio (Reuters) - I conti 2009 di Snam Rete Gas (SRG.MI: Quotazione) sono visti in linea con le attese, mentre la società, proprietaria della gran parte dei gasdotti italiani, controllata per il 52,5% da Eni (ENI.MI: Quotazione), non commenta sull'ipotesi di uno spinoff del downstream del gas come proposto dal fondo Usa Knight Vinke.

"I conti sono in linea con le nostre attese, quindi un attività molto solida e con molto sviluppo", ha detto il presidente del gruppo Alberto Meomartini a margine della presentazione di una mostra fotografica.

Il manager ha poi aggiunto che "l'anno appena trascorso è stato pieno di cambiamenti per Snam a seguito dell'acquisizione di Stogit e Italgas e direi che ci sono buone prospettive di crescita". Sulla politica dei dividendi del gruppo, Meomartini ha ribadito: "abbiamo sempre mantenuto i nostri impegni con gli azionisti e continueremo a farlo".

Snam Rete Gas è uno dei gruppi che sta investendo di più in Italia e - ha ricordato Meomartini - "il nostro piano al 2013 prevede investimenti per oltre 6,4 miliardi di euro".

Riguardo alla proposta, nuovamente presentata ieri dal fondo attivista Usa attraverso una pubblicità sul Financial Times, il manager non ha commentato ma ha tenuto a precisare che "uno dei patrimoni che abbiamo sviluppato è la nostra indipendenza (da Eni)".

Poco prima di Natale Eni ha annunciato di avere allo studio ipotesi per razionalizzare il portafoglio degli asset regolati ma che al momento non sono state concretizzate.

Meomartini ha infine confermato l'interesse di Italgas per rilevare la rete di distribuzione del gas che E.On (EONGn.DE: Quotazione) intende cedere entro il primo trimestre ma che al momento non ci sono ulteriori novità sull'esito della gara.