PUNTO 1 - Fondi Italia, raccolta 2009 negativa per quasi 3 mld

venerdì 8 gennaio 2010 14:37
 

(riscrive con commento gestore)

MILANO, 8 gennaio (Reuters) - Nonostante l'accelerazione che ha caratterizzato l'ultima parte dell'anno, il sistema dei fondi comuni in Italia ha chiuso il 2009 con una raccolta negativa per 2,957 miliardi di euro.

E' quanto emerge dai dati di Assogestioni, che non sono definitivi, in quanto il risultato complessivo della raccolta dei fondi diritto estero sarà reso disponibile con la pubblicazione trimestrale della nuova mappa del risparmio gestito.

"E' la conferma di un trend positivo", commenta Fabrizio Meo, managing director di Ing Investment Management Milan Branch, riferendosi al recupero di fine anno. Meo accenna anche ad un primo "effetto scudo fiscale".

Guardando alle categorie, il rimbalzo delle borse, partito nel marzo scorso, si è tradotto in afflussi per 2,955 miliardi di euro sui fondi azionari. "C'è la volontà di tornare a prendere posizioni rischiose", spiega Meo, "perché i tassi sono talmente bassi che non si riesce ad ottenere profitti dagli strumenti di liquidità".

Il gestore sottolinea "l'afflusso negli azionari emergenti, mercati che hanno potenzialità di sviluppo anche nel 2010".

La crisi economico-finanziaria ha indotto gli investitori a ritirare i fondi affidati agli hedge (-5,491 miliardi nel 2009), che hanno pagato l'eccesso di leverage.

Gli hedge sono prodotti specializzati, argomenta il managing director di Ing Investment Management, "fortunamente non accessibili al retail". A suo dire, gli hedge hanno pagato dazio alla ricerca, da parte degli investitori, di "prodotti trasparenti, liquidi, sicuri, facilmente comprensibili". La crisi creditizia ha colpito gli hedge in quanto "prodotti illiquidi", c'è stato "un effetto panico, un allontanamento".   Continua...