Nab, offerta da 12 mld dollari per Axa Asia Pacific

giovedì 17 dicembre 2009 12:54
 

SIDNEY, 17 dicembre (Reuters) - Offerta da 12 miliardi di dollari di National Australia Bank (NAB.AX: Quotazione) per Axa Asia Pacific Holdings AXA.AX. L'offerta, che coinvolge il gruppo finanziario Amp Ltd (AMP.AX: Quotazione), getta le basi per fare di Nab il primo operatore del Paese nel settore bancario, del risparmio gestito e in quello assicurativo.

Nab, già ora il primo istituto di credito in Australia, sta cercando di sfruttare quella che potrebbe essere una delle ultime opportunità di consolidamento nel settore dei servizi finanziari del Paese.

In gioco c'è una fetta del mercato del risparmio australiano, che vale circa 900 miliardi di dollari e dove la crescita sarà sostenuta dall'invecchiamento della popolazione e dalla possibilità che il governo imponga un aumento dei contributi pensionistici obbligatori.

"L'operazione, di per sè, ha senso", ha commentato Mark Nathan, portfolio manager di Fortis Investment Partners.

Tuttavia le azioni Nab hanno perso quasi il 5%: si dubita che la banca stia facendo la scelta giusta ad investire sul mercato domestico.

"Il punto è se non avessero potuto utilizzare meglio i loro capitali in Gran Bretagna, dove avrebbero potuto comprare attività a sconto, piuttosto che pagare tanto d'avviamento", ha aggiunto Nathan, che ha in portafoglio azioni Nab.

L'offerta di Nab arriva oltre un mese dopo che la capogruppo francese di Axa Asia Pacific, Axa (AXAF.PA: Quotazione), si è associata al gruppo locale Amp per un'offerta in contanti ed azioni che, ai prezzi correnti, valuta Axa Asia Pacific circa 11,6 miliardi di dollari.

Sia l'offerta di Nab, sia quella di Amp prevedono l'acquisto del 100% di Axa Asia Pacific, la vendita degli asset asiatici alla capogruppo francese e la focalizzazione su quelli autraliani e neozelandesi.

Il titolo Axa Asia Pacific ha chiuso la seduta di oggi a Sideny con un +12,74%. Più 4,1% per Amp, mentre alle 12 italiane il titolo Axa guadagna lo 0,3%, a 16,35 euro, alla quotazioni di Parigi.