Derivati Milano, pm chiede rinvio giudizio 4 banche e 13 persone

giovedì 12 novembre 2009 11:49
 

MILANO, 12 novembre (Reuters) - La procura di Milano ha presentato oggi la richiesta di rinvio a giudizio con l'imputazione di truffa aggravata ai danni del Comune di Milano per quattro banche e 13 persone in relazione alla vicenda dei derivati.

Lo hanno riferito fonti giudiziarie, aggiungendo che le banche sono Jp Morgan (JPM.N: Quotazione), Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione), la filiale londinese di Ubs UBSN.VX e quella di Dublino di Depfa Bank, mentre fra le 13 persone ci sono ex funzionari del Comune di Milano e funzionari degli istituti di credito.

L'indagine si occupa di uno swap trentennale del 2005 tra il Comune di Milano e le quattro banche su un bullet bond da 1,68 miliardi di euro in scadenza nel 2035.

Nella vicenda le quattro banche sono indagate come persone giuridiche per illeciti amministrativi previsti dalla legge 231 del 2001 che impone alle aziende la costituzione di modelli organizzativi per prevenire gli illeciti.

Non è stato possibile al momento raggiungere le società interessate per un commento.