Borse europa viste in forte calo,su mancato salvataggio auto Usa

venerdì 12 dicembre 2008 08:06
 

FRANCOFORTE, 12 dicembre (Reuters) - E' una giornata di crollo annunciato per le borse europee che, sulla scia dei mercati asiatici, sono impostate per un'apertura in netto ribasso. A colpire i mercati è la notizia della mancata approvazione ieri al Senato americano del piano di salvataggio del settore auto.

Il pacchetto legislativo, approvato mercoledì scorso alla Camera, era già stato messo in discussione ieri da alcuni senatori Repubblicani che avevano minacciato ostruzionismo, nonostante gli interventi del presidente uscente George W. Bush e del presidente eletto Barack Obama.

Ad aggravare la situazione è stato l'intervento dell'AD di Jp Morgan (JPM.N: Quotazione) che ha previsto per il quarto trimestre "risultati terribili", mentre Bank of America (BAC.N: Quotazione) ha annunciato nuovi piani per un taglio di oltre 30.000 posti di lavoro nei prossimi 3 anni.

I bookmaker finanziari di Londra prevedono per gli indici europei aperture in forte calo: il britannico FTSE 100 .FTSE dovrebbe cedere in avvio di borsa oltre il 3,5%, tra i 151 e i 154 punti, il tedesco DAX .GDAXI oltre il 3,9%, tra 142 e 184 e il francese CAC .FCHI oltre il 5,3% tra 98 e 176 punti.

E mentre i listini asiatici precipitano in mattinata, ieri nel Vecchio Continente l'indice paneuropeo FTSEurofirst300 .FTEU3 ha chiuso in lieve calo dello 0,74% a 853,81 punti, seguito dal crollo di Wall Street, con il Dow Jones .DJI a meno 2,24% e il Nasdaq a meno 3,68%.