Banco Popolare forte in borsa, mercato attende fondo immobili

mercoledì 10 dicembre 2008 17:36
 

MILANO, 10 dicembre (Reuters) - Banco Popolare (BAPO.MI: Quotazione) chiude in forte rialzo a Piazza Affari in un mercato che scommette sulle prossime mosse del nuovo AD, Pier Francesco Saviotti per rafforzare il patrimonio e per riportare fiducia sui mercati. Viene premiata la scelta di affidare l'incarico ad un banchiere di comprovata esperienza per completare le iniziative già intraprese per il rafforzamento dei ratios patromoniale del gruppo, a partire da quella, imminente, relativa al fondo immobiliare, sottolineano gli operatori.

In chiusura Banco Popolare, il miglior titolo dell'S&P/Mib segna un rialzo dell'11,27% a 5,33 euro sotto il massimo di seduta di 5,41 euro. Scambi intensi e più che doppi rispetto alla media. Lindice europeo Stoxx dei bancari è in calo dello 0,44%.

"La cessione degli immobili ad un fondo era già nota ma, anche alla luce delle basse valutazioni raggiunte dal titolo, il mercato premia l'accelerazione sull'operazione con l'arrivo del nuovo AD", dice un analista.

Confermando le indiscrezioni di stampa, una fonte vicina all'operazione conferma che il collocamento delle quote del fondo immobiliare 'Eracle' si chiuderà nei prossimi giorni.

"Entro la fine di questa settimana", ipotizza la fonte.

Al fondo, che sarà gestito da Generali Immobiliare, saranno conferiti circa 456 unità immobiliari dal valore di mercato stimato in circa 751 milioni, spiega un'altra fonte. Il valore nominale delle quota sarebbe stato fissato in 250 mila euro. Banca Imi garantirà la quota eventualmente non sottoscritta.

Al Banco Popolare resterà in mano una quota che garantirà il diritto di prelazione, come solitamente si verifica in questa tipologia di operazione.

L'operazione, secondo quanto comunicato nei mesi scorsi dalla stessa banca, potrà generare una plusvalenza lorda di circa 500 milioni di euro (400 milioni netti) con un impatto positivo minimo di circa 55 punti base sul Tier1 e di circa 45 pb sul Core Tier 1.

La stima proforma sui dati al 30 settembre dei ratios patrimoniali vede un Core Tier 1 tra il 6 e il 6,5% e un Tier 1 tra il 7,5% e l'8%.   Continua...