Borse europee estendono calo, giù banche e minerari

mercoledì 10 settembre 2008 12:34
 

LONDRA, 10 settembre (Reuters) - Le borse europee estendono le perdite con i bancari, appesantiti dai timori sulla salute dell'economia globale, e i minerari in scia a un raffreddamento dei prezzi dei metalli.

Verso le 12,30 il Ftseurofirst 300 .FTEU3, paniere dei principali titoli del Vecchio Continente, arriva a cedere l'1%. L'indice ha perso il 24% da inizio anno.

Sui mercati del Vecchio continente domina il senso di attesa per le dichiarazioni che renderà Lehman Brothers LEH.N su "importanti iniziative strategiche".

Tra i progetti potrebbe rientrare la vendita del portafoglio di asset immobiliari inglesi a Blackrock (BLK.N: Quotazione).

Le banche, tra i settori peggiori del Dj Stoxx , lasciano sul tappeto l'1,13%. In particolare Dexia (DEXI.BR: Quotazione) perde il 2,74%, Credit Agricole (CAGR.PA: Quotazione) il 2,31% e Societe Generale (SOGN.PA: Quotazione) l'1,91%.

Nel comparto minerario BHP Billiton (BLT.L: Quotazione), Anglo American (AAL.L: Quotazione), Vedanta Resources (VED.L: Quotazione), Lonmin (LMI.L: Quotazione), Kazakhmys (KAZ.L: Quotazione), Xstrata XTA.L, Antofagasta (ANTO.L: Quotazione) e Rio Tinto (RIO.L: Quotazione) segnano ribassi tra l'1,4% e il 6%.