Gestioni Italia, raccolta torna in nero per 1,929 mld in trim2

giovedì 10 settembre 2009 15:44
 

MILANO, 10 settembre (Reuters) - Dopo il rosso per 14,7 miliardi dei primi tre mesi dell'anno, nel secondo trimestre la raccolta netta delle gestioni collettive e di portafoglio in Italia torna positiva per 1,929 miliardi grazie agli afflussi per 1,770 miliardi alle gestioni di portafoglio. E' quanto emerge dalla mappa del risparmio gestito messa a punto da Assogestioni che fotografa l'industria al 30 giugno con dati al lordo della duplicazione derivante dall'investimento dei fondi o delle gestioni nei fondi censiti nel rapporto.

Al 30 giugno gli asset under management (patrimonio promosso al lordo degli asset ricevuti e al netto di quelli dati in delega) dell'intero settore tornano a crescere e si posizionano poco sotto gli 850 miliardi di euro dagli 822,2 miliardi a marzo 2009. Di questi una quota pari all'82,2% è affidata ai gruppi italiani. Il patrimonio gestito a fine giugno 2008 era di 976,8 miliardi e superava i 1.100 miliardi nello stesso periodo del 2007.

All'interno delle gestioni di portafoglio sono le gestioni di prodotti assicurativi a fare la parte del leone, con una raccolta per 5,695 miliardi che più che compensa i deflussi per oltre 2,2 miliardi delle gestioni patrimoniali in fondi (Gpf). Sul fronte delle gestioni collettive, il patrimonio gestito dai fondi esteri a fine giugno è pari a 195,6 miliardi, mentre quella in mano ai fondi di diritto italiano si assesta a quota 203 miliardi circa.

Al 30 giugno il 73% degli asset under management investiti nelle gestioni di portafoglio è affidato alle Sgr, il 16% è nelle mani dei gestori esteri, alle banche spetta il 10% ed il restante 1% fa capo alle Sim.