Fondi hedge, Man Group riduce AUM trim1, buona raccolta privati

giovedì 9 luglio 2009 14:32
 

* Da investitori privati raccolta netta di 1,9 mld dlr

* 3,3 mld dlr deflussi clienti istituzionali

* Patrimonio gestito cala a 43,3 miliardi a fine giugno

LONDRA, 9 luglio (Reuters) - Il gestore hedge britannico Man Group Plc (EMG.L: Quotazione) - numero uno mondiale del settore tra i nomi quotati in borsa - chiude il primo trimestre al 30 giugno con 3,3 miliardi di dollari di deflussi attribuibili a investitori istituzionali, solo in parte compensati da 1,9 miliardi di raccolta netta positiva sul fronte della clientela privata.

Lo dice una nota, aggiungendo che il patrimonio gestito risente del dato e chiude giugno in calo a 43,3 miliardi, contro 44 miliardi di fine maggio. I primi dati sui riscatti di inizio secondo trimestre mostrano "una decisa riduzione di ritmo a livello trimestrale", si legge.

I privati sono stati i primi - all'esordio della crisi - a ritirare i loro soldi dal segmento hedge - un industria da circa 1.300 miliardi di dollari - e secondo quanto hanno detto di recente anche gli esperti del convegno GAIM a Monaco, le prospettive a breve sono in grigio nonostante si attenda un ritorno degli investitori istituzionali entro l'anno.

Per Man, i riscatti lordi - in genere contabilizzati a inizio trimestre - stanno scendendo rispetto ai mesi precedenti.

Il titolo Man ha risposto oggi alle novità con andamento oscillante tra 235,75 e 250 pence, ma nel primo pomeriggio si assesta vicino ai minimi in calo dell'1% circa a 236,5p, contro un Ftse 100 .FTSE in rialzo di 0,7%.