Alerion, cda considera non congruo prezzo opa Fgpa (Fri-El)

lunedì 10 ottobre 2016 17:25
 

MILANO, 10 ottobre (Reuters) - Il consiglio di amministrazione di Alerion ritiene che il corrispettivo dell'offerta pubblica d'acquisto parziale promossa da Fgpa Srl non sia congruo.

E' quanto si legge in un comunicato della società attiva nella produzione di energia da fonti rinnovabili.

Il 28 agosto scorso, Fgpa, società interamente controllata da Fri-El Green Power, aveva annunciato un'opa sul 29,9% di Alerion, mettendo sul piatto 1,90 euro per azione, per un esborso massimo di 24.757.233,70 euro.

L'opa partirà domani, 11 ottobre, e terminerà il prossimo 11 novembre.

Fgpa ha già in mano l'1,79% del capitale di Alerion.

Il cda di Alerion aveva conferito ad UniCredit l'incarico di advisor per la valutazione della congruità dell'offerta e la banca d'affari, recita la nota, ritiene che il prezzo "non (sia) congruo da un punto di vista finanziario".

Il comunicato ricorda che il 3 ottobre scorso è scaduto il patto parasociale tra F2I Energie Rinnovabili Srl, Lowlands-Comercio Internacional e Servicos Lda, Piovesana Holding, Lujan, Keryx, Astm, Dino Tonini e Gastone Colleoni (presidente di Alerion), avente ad oggetto il 26,24% delle azioni. A F2i fa capo il 16,030% del capitale, si legge, quota arrotondata rispetto a quanto risulta dal sito Consob (15,716%). Stando alla commissione, poi, gli altri azionisti con partecipazioni rilevanti sono Amber Capital (15,012%) e Nelke Srl (gruppo Garofano, 6,855%).

Al 31 dicembre scorso, secondo quanto si legge sul sito, Fri-El aveva una capacità totale installata di 597,3 mega watt, di cui 353,8 di competenza, la maggior parte derivante dall'eolico, seguito da biomassa e biogas. Il gruppo nel 2015 ha registrato ricavi per 194,7 milioni e un Ebitda di 73,4 milioni. Nell'agosto 2014 Fri-El ha collocato un mini-bond da 12 milioni.

Attorno alle 17,15, il titolo Alerion guadagna lo 0,49%, a 2,05 euro, dopo aver toccato un massimo di 2,088 euro.   Continua...