Rcs, cordata Bonomi supera soglia 30% capitale, Cairo sale al 22%

giovedì 14 luglio 2016 18:45
 

MILANO, 14 luglio (Reuters) - Al penultimo giorno di offerta, l'Opa su Rcs lanciata da Andrea Bonomi con un nucleo di vecchi soci del gruppo editoriale ha raggiunto il 30,35% del capitale dal 27,8% di ieri, superando di fatto la soglia minima di adesioni per considerare valida l'offerta, che era stata fissata al 30%.

Più consistente l'incremento delle adesioni all'Opas di Cairo Communication, che ha raggiunto il 22,03% di Rcs dall'11,3% di ieri; non è sufficiente però a toccare la soglia minima fissata al 35% del capitale.

La quota di IMH, la holding che raccoglie accanto a Investindustrial i soci storici di Rcs Diego Della Valle, Mediobanca, UnipolSai e Pirelli, ha raccolto ad oggi adesioni per il 7,22% delle azioni oggetto dell'offerta (77,4% del capitale), che corrispondono al 5,58% dell'intera Rcs. Il dato va sommato al 22,6% detenuto in partenza dai quattro soci del gruppo e al 2,17% che IMH ha rilevato ieri sul mercato. Ieri, IMH aveva raggiunto complessivamente il 27,8% di Rcs.

Della quota confluita a Cairo Communication fa parte il 4,2% consegnato da Intesa Sanpaolo, ma non si ha ancora la certezza che sia compreso il 4,7% detenuto personalmente da Urbano Cairo.

Hanno dichiarato ufficialmente di appoggiare l'offerta dell'imprenditore piemontese i fondi Antares e Nextam, per una quota complessiva che dovrebbe attestarsi attorno al 6,5%. Indiscrezioni stampa attribuiscono la stessa volontà agli asset manager Ersel e Schroders. Secondo l'ultimo aggiornamento delle partecipazioni Consob, Schroders aveva il 5% circa del capitale. Non si sa al momento se e quali di queste quote siano state computate oggi.

Va detto che eventuali investitori che avessero deciso di speculare all'ultimo sulla differenza tra il prezzo di Rcs in borsa (rimasto in questi giorni sempre sotto 1 euro) e l'euro in contanti offerto dalla cordata Bonomi potrebbero aver acquistato titoli fino a ieri e la consegna delle azioni in Opa potrebbe arrivare, per tempi tecnici, solo domani.

Scadeva ieri, infatti, il termine per poter acquistare titoli sul mercato e consegnarli alle due offerte.

Il venir meno dell'appeal speculativo che ne deriva (in molti probabilmente hanno monetizzato tra ieri e questa mattina prevedendo la discesa di oggi) ha contribuito al forte calo del titolo Rcs, che ha lasciato sul terreno il 4,75% a 0,9425 euro, sopra i minimi di giornata.

In lieve calo Cairo Communication, che ha perso lo 0,45% a 4,46 euro. Di conseguenza la sua Opas, che offre 0,18 titoli Cairo più 0,25 euro cash per ogni azione Rcs, valorizza il gruppo di via Rizzoli 1,053 euro.   Continua...