Private equity, 3i corre dopo aumento capitale a sconto

venerdì 8 maggio 2009 12:51
 

LONDRA, 8 maggio (Reuters) - L'operatore di private equity 3i Group (III.L: Quotazione) sta correndo a Londra dopo aver lanciato un aumento di capitale con uno sconto del 60% rispetto al prezzo di chiusura di ieri.

Il titolo del gruppo britannico balza del 14,16%, a 387 pence, dopo aver segnato un massimo di 404 pence.

3i ha lanciato un'emissione di diritti per 732 milioni di sterline e comunicato che utilizzerà i proventi per rimborsare il debito e migliorare la struttura patrimoniale.

3i, presente anche in Italia, emetterà 542 milioni di nuovi titoli a 135 pence l'uno, con uno sconto del 60% sul prezzo di chiusura di ieri (339 pence).

3i, che a fine marzo aveva un indebitamento netto di 1,1 miliardi di sterline, ha sottolineato che l'operazione migliorerà la capacità di accedere al mercato del credito.

L'emissione ha visto JP Morgan Cazenove e Merrill Lynch agire come joint coordinator, bookrunner e sponsor.

3i ha reso noto che il net asset value a fine marzo è sceso a 496 pence, rispetto ai 1.077 pence di un anno prima.

La società di private equity ha chiuso il primo trimestre con una perdita netta di 2,15 miliardi di sterline, rispetto a un utile di 792 milioni di sterline di un anno prima.

Il valore degli asset in gestione è calato a 8 miliardi di sterline da 9,8 miliardi del primo trimestre 2008.

3i ha preannunciato che, alla luce dell'aumento di capitale, non distribuirà un dividendo.

Michael Queen, amministratore di 3i, ha dichiarato che l'emissione di diritti porterà a una struttura finanziaria più conservativa, con una liquidità totale di 1,8 miliardi di sterline.