PUNTO 1 - Fondi Italia, in 2008 persi oltre 140 miliardi

giovedì 8 gennaio 2009 16:11
 

(aggiunge commenti)

MILANO, 8 gennaio (Reuters) - Il sistema fondi in Italia archivia un nuovo anno "horribilis" quasi triplicando a 140,116 miliardi i deflussi già record del 2007 (circa 53 miliardi).

A dicembre, secondo la rilevazione provvisoria mensile di Assogestioni, l'emorragia di capitali non si è infatti arrestata con deflussi pari a 8,976 miliardi di euro dopo il rosso di 8,171 miliardi di novembre.

Riscatti ed effetto mercato negativo hannno assottigliato il patrimonio a 409,164 miliardi (dato che potrebbe essere soggetto a revisione) dai 570,099 miliardi del dicembre 2007.

"Siamo riusciti a rimborsare oltre 140 miliardi di euro in un anno senza battere ciglio quindi l'industria ha dato una grande risposta in termini di liquidabilità dei portafogli e di flessibilità", fa notare Attilio Ferrari, AD di Arca sgr.

Gli addetti al settore tornano a citare i problemi strutturali del sistema - innanzitutto la forte dipendenza dal canale bancario - auspicando ancora una volta che il legislatore intervenga a sanare l'asimmetria fiscale tra prodotti di diritto italiano e fondi esteri.

Con deflussi a dicembre per 7,79 miliardi, i gruppi italiani hanno perso da inizio anno 110,328 miliardi, un rosso che si confronta con quello più contenuto dei gruppi esteri (-29,788 miliardi).

"Penso che nel corso del 2009 assisteremo a un ripensamento del settore nell'ottica di ridurre il conflitto di interesse (bancario) mentre la riduzione delle masse imporrà economie di scala favorendo le aggregazioni", prevede Ferrari, auspicando che il legislatore intervenga anche per rilanciare la previdenza complementare.

"Il nuovo modello di sviluppo non può prescindere da una offerta più vasta e da una revisione del sistema di pricing", aggiunge.   Continua...