Usa, da "stress test" nessuna banca risulta insolvente -Geithner

giovedì 7 maggio 2009 07:49
 

WASHINGTON, 7 maggio (Reuters) - Il segretario al Tesoro americano Timothy Geithner ha detto nella notte che nessuna delle 19 banche americane sottoposte agli "stress test" è a rischio di insolvenza.

"Nessuna di quelle 19 banche è a rischio di insolvenza", ha detto Geithner, secondo la trascrizione di una intervista televisiva con il Charlie Rose Show dell'emittente PBS.

Geithner ha anche detto di ritenere che la grande maggioranza delle 19 banche messa sotto esame saranno in grado di raccogliere capitali sufficienti da investitori privati nel corso dei prossimi sei mesi.

I risultati degli "stress test" verranno resi noti ufficialmente stasera alle ore 21 GMT.

Ma fonti vicino alla situazione hanno indicato che Bank of America avrebbe bisogno di 34 miliardi di dollari in mezzi freschi, Citigroup di 5 miliardi e GMAC LLC (GM.N: Quotazione)[CBS.UL] di 11,5 miliardi. Stando a indiscrezioni del Wall Street Journal, Wells Fargo dovrebbe ricapitalizzare per 15 miliardi, Morgan Stanley (MS.N: Quotazione) per 1,5 miliardi. American Express Co (AXP.N: Quotazione), Capital One Financial Corp (COF.N: Quotazione), Goldman Sachs Group Inc (GS.N: Quotazione), JPMorgan Chase & Co (JPM.N: Quotazione) e MetLife Inc (MET.N: Quotazione), secondo il Journal, sarebbero adeguatamente capitalizzate.

Secondo una fonte anche Bank of New York Mellon Corp (BK.N: Quotazione) non dovrebbe aver bisogno di nuove iniezioni di capitale.

Tutte le banche menzionate non hanno voluto commentare.