Immobili, in gara per ex sede Unicredit fondo Gic con Abu Dhabi e Hines

martedì 18 novembre 2014 16:05
 

MILANO, 18 novembre (Reuters) - Il fondo sovrano di Singapore (Gic) è in corsa per rilevare l'ex sede di Unicredit in Piazza Cordusio a Milano insieme al fondo di Abu Dhabi (Adia) e ad Hines Italia Sgr.

Lo ha detto l'AD di Hines Italia Sgr Manfredi Catella al termine del quarto Forum sul real estate organizzato dalla società immobiliare.

"Siamo nell'operazione Unicredit-Cordusio e rappresentiamo Abu Dhabi, cui si è affiancato anche Gic", ha detto Catella. "Attendiamo che venga fornita la shortlist delle tre offerte, ma per i tempi dovete chiedere al venditore (Idea Fimit, ndr)", ha aggiunto.

Sono cinque ad oggi, secondo quanto riferito da diverse fonti, le offerte non vincolanti per Palazzo Broggi, tutte grosso modo attestate attorno ai 350 milioni di euro.

"Riteniamo assolutamente critico che Unicredit, che è ancora il tenant, si sieda al tavolo e ci dica cosa vuole fare", ha proseguito Catella in merito al fatto che Unicredit ha un impegno contrattuale a pagare per altri dodici anni l'affitto dell'immobile sebbene si sia trasferito in piazza Gae Aulenti (area di recente sviluppo a Milano curato proprio da Hines Italia).

Secondo quanto riferito nei giorni scorsi da una fonte, UniCredit sarebbe "disponibile a sedersi a un tavolo e a trovare un accordo economico con i potenziali acquirenti". Attualmente gli uffici della banca occupano circa metà della superficie dell'edificio: si può presumere che sia interesse dei potenziali compratori trovare un accordo e avere la piena disponibilità dell'immobile.

(Giulio Piovaccari)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia