9 luglio 2014 / 12:42 / tra 3 anni

Vaticano rivoluziona finanze, de Franssu nuovo presidente Ior

* Funzioni dello Ior riviste entro tre anni

* Cardinale Pell: faremo di Vaticano modello di trasparenza

* Apsa perderà gestione patrimonio, diventerà banca centrale

By Philip Pullella

CITTA’ DEL VATICANO, 9 luglio(Reuters) - Il Vaticano ha annunciato oggi cambiamenti importanti nella gestione delle finanze, con la nomina di un nuovo presidente al vertice del discusso Ior e la messa sotto esame dell‘Apsa, anch‘essa coinvolta in una serie di scandali nel passato.

“Puntiamo a una trasparenza sostanziale. Ci saranno degli accertamenti, e tali verifiche verranno condotte esternamente”, ha detto il cardinale australiano George Pell, capo della Segreteria per l‘Economia del Vaticano, durante una conferenza stampa.

Pell ha anche confermato che sarà l‘uomo d‘affari francese Jean-Baptise de Franssu a guidare l‘Istituto per le opere di religione, anche noto come “banca del Papa”, prendendo il posto del tedesco German Ernst Von Freyberg, che presiedeva lo Ior dal febbraio 2013.

La notizia della nomina di de Franssu era stata anticipata da Reuters nei giorni scorsi.

Freyberg ha varato riforme importanti per rendere l‘istituto più trasparente e per rispettare le norme internazionali contro il riciclaggio, con la chiusura di molti conti sospetti.

Pell ha detto che lo Ior sta vivendo “una transizione pacifica” e che Freyberg ha “fatto pulizia” per una nuova fase nella storia della banca. Nei prossimi tre anni lo statuto dello Ior verrà gradualmente rivisto e le funzioni verranno riprogrammate.

Il cardinale ha detto che la banca verrà divisa in due parti: il nuovo dipartimento di Asset Management vaticano gestirà gli investimenti, mentre lo Ior si occuperà, com‘era in origine, dei depositi degli ordini religiosi, dei dipendenti della Santa Sede e degli enti caritatevoli.

Ma le novità riguardano anche l‘Amministrazione del patrimonio della Sede Apostolica (Apsa), le cui funzioni finiranno in parte nella Segretaria per l‘Economia, come disposto da un “motu proprio” di Papa Francesco.

La sezione ordinaria dell‘Apsa verrà chiusa, e sarà la Segreteria a gestire i beni della Santa Sede, a preparare il bilancio e occuparsi degli acquisti. All‘Apsa spetteranno invece le funzioni di banca centrale, “per continuare a garantire la liquidità e la stabilità finanziaria della Santa Sede”, spiega il bollettino vaticano.

PIU’ VIGILANZA

Pell ha spiegato che l‘iniziativa di scorporare l‘Apsa si è rivelata necessaria al fine di consentire che la Segreteria per l‘Economia eserciti “le proprie responsabilità di controllo economico e vigilanza” su tutti i settori vaticani.

Nel giugno del 2013 monsignor Nunzio Scarano, che aveva lavorato per 22 anni come capo contabile presso l‘Apsa, fu arrestato con l‘accusa di aver progettato di fare rientrare dalla Svizzera in Italia diversi milioni di euro di proprietà di una famiglia di armatori suoi amici, evitando il pagamento delle tasse.

Scarano, che agli investigatori della procura di Roma ha poi raccontato di diverse irregolarità nella gestione dell‘Apsa, è anche sotto processo per riciclaggio a Salerno, per una vicenda legata a un conto Ior.

Pell ha detto di volere che tutto il Vaticano diventi “un modello di trasparenza finanziaria invece che causa di scandali occasionali”, e che la Santa Sede nominerà un “revisore generale indipendente che potrà guardare ovunque”, in Vaticano, per garantire trasparenza e legalità.

Ieri, lo Ior ha annunciato di aver bloccato i conti di oltre 2.000 clienti e di aver chiuso circa 3.000 “rapporti con i clienti” nell‘ambito di un vasto processo di riforma che ha quasi dimezzato i suoi prodotti nel 2013.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below