Risparmio gestito, raccolta frena ma resta positiva ad aprile

lunedì 26 maggio 2014 11:03
 

* Sottoscrizioni per 7 mld dai 18,8 mld marzo, +36,5 mld in 2014

* Patrimonio a 1.405 miliardi euro

* Sorpasso dei fondi italiani su quelli esteri ad aprile

MILANO, 26 maggio (Reuters) - Dopo un robusto primo trimestre, l'industria del risparmio gestito presenta ancora il segno positivo ad aprile, seppur con sottoscrizioni in rallentamento a 7 miliardi circa rispetto ai 18,8 miliardi di afflussi di marzo.

Il bilancio di raccolta del sistema nei primi quattro mesi del 2014 è di 36,5 miliardi e il patrimonio a fine aprile lievita oltre la soglia dei 1.400 miliardi.

Questa la fotografia scattata da Assogestioni, l'associazione di categoria che sottolinea la natura preliminare dei dati diffusi oggi.

La frenata interessa in particolare i flussi diretti verso i fondi, che pur sono in positivo da ormai sette trimestri consecutivi, a 3,9 miliardi di euro circa: dopo il boom di marzo, quando avevano raccolto quasi 8 miliardi, i prodotti che investono in reddito fisso vedono sottoscrizioni per 1,69 miliardi; i flessibili, campioni di raccolta da diversi mesi, incassano circa 3 miliardi dai 4,6 miliardi del mese precedente. Cambio di segno per i bilanciati, negativi ad aprile per circa 150 milioni dal saldo in nero per circa 1 miliardo di marzo. Deflussi in accelerazione per i monetari (-1 miliardo), mentre tornano i riscatti sui fondi hedge (-57 milioni).

Da segnalare l'inedito sorpasso dei fondi di diritto italiano su quelli domiciliati all'estero con i primi che raccolgono 2,56 miliardi a fronte delle sottoscrizioni per 1,3 miliardi dei secondi.

Mandati in nero per 3,2 miliardi circa ad aprile, con i flussi che continuano a dirigersi verso quelli istituzionali (+2,5 miliardi). Le gestioni di portafoglio rappresentano più della metà dell'industria (il 54,5%), con un patrimonio di 766 miliardi di euro.   Continua...