PUNTO 3-Derivati Milano, banche e funzionari tutti assolti in appello

venerdì 7 marzo 2014 17:14
 

(Aggiunge dichiarazioni Robledo e Pisapia)

MILANO, 7 marzo (Reuters) - La Corte d'Appello di Milano ha ribaltato la sentenza di primo grado assolvendo tutti gli imputati - nove dirigenti bancari e le banche Deutsche Bank , Depfa, Jp Morgan e Ubs - perché "il fatto non sussiste", a conclusione del processo per truffa sui contratti derivati stipulati da Palazzo Marino.

Il mese scorso, il procuratore generale Piero De Petris aveva chiesto di confermare per le quattro banche coinvolte la multa da un milione di euro ciascuna e la confisca da 89 milioni complessivi, con una lieve riduzione solo per Jp Morgan.

I giudici di appello hanno invece revocato anche la confisca, oltre a non confermare la multa.

La procura ha preso tempo per dire se presenterà ora ricorso in Cassazione, dopo che ad una domanda dei cronisti, il pg De Petris ha risposto che "le sentenze bisogna prima leggerle".

Il procuratore aveva chiesto inoltre per quattro dei nove funzionari bancari - condannati in primo grado a pene tra i sei e gli otto mesi di reclusione - una condanna tra i sei mesi e i sei mesi e quindici giorni, per altri quattro la prescrizione e una assoluzione.

LE REAZIONI

"Accogliamo con favore la sentenza emessa oggi dalla Corte d'Appello di Milano, che ha confermato che Deutsche Bank e i suoi dipendenti hanno agito correttamente e nel rispetto della legge", si legge in una nota della banca tedesca.   Continua...