SINTESI-Mps vola in borsa con volumi, occhi su Fondazione, soci privati, si muove Consob

mercoledì 5 marzo 2014 19:56
 

MILANO/ROMA, 5 marzo (Reuters) - La cavalcata in Borsa del titolo Monte dei Paschi nella seduta odierna suscita più di un interrogativo e non manca chi non si accontenta della spiegazione tecnica delle ricoperture e si spinge a ipotizzare movimenti nell'azionariato della banca, magari legati a un alleggerimento da parte della Fondazione Mps o anche di qualche socio privato.

Il titolo ha chiuso in rialzo del 19,24% a 0,22 euro con volumi pari a oltre dieci volte la media giornaliera e al 12,4% del capitale della banca. Lo stoxx europeo dei bancari è salito dello 0,61%, quello italiano del 3,01%.

Si è mossa subito la Consob che ha chiesto informazioni agli intermediari che ha individuato come le mani forti che hanno avviato il movimento odierno. "Consob si sta muovendo fin da subito oggi per verificare la ragione dei forti scambi e fatte le prime verifiche sono partite le richieste agli intermediari più attivi in acquisto e vendita sia italiani sia internazionali per chiarire per conto di chi stanno operando", ha detto una fonte vicina alla commissione.

Dalla primissima verifica fatta da Consob nella giornata, ha spiegato la fonte, c'è stato un massiccio volume di scambi con una componente ad attività direzionale, cioè in grado di imprimere una direzione al titolo "che è quella riconducibile ad intermediari di grosse dimensioni", che sul mercato vengono dette 'mani forti'. Su questa componente, è la fotografia preliminare scattata oggi da Consob, "si è innestata l'attività di trading anche con un peso maggioritario" nel movimento complessivo.

Dalle sale operative non hanno segnalato motivi specifici. Due trader hanno parlato di acquisti su un titolo a sconto, mentre altri due dicono che probabilmente c'è che si sta ricoprendo su posizioni corte.

In diversi hanno notato un'accelerazione dei volumi subito dopo l'avvio dei mercati Usa. Alcuni operatori legano poi il rialzo del titolo al denaro che oggi ha interessato tutte le banche che hanno in programma a breve un aumento di capitale come Banco Popolare (+1,78%) o Creval (+10,56%). Certamente aiuta Mps il calo dello spread oggi attorno a 177 punti base.

"I volumi di oggi non possono essere soltanto ricoperture. L'ipotesi è che un grosso soggetto possa aver comprato e questo movimento sarebbe legato alla Fondazione", dice però una fonte finanziaria. Gli fanno eco altre tre fonti vicine alla vicenda secondo cui la Fondazione potrebbe aver venduto ma nessuna ha un'evidenza certa che questo sia accaduto.

Un'altra fonte, che pure segue da vicino le vicende senesi, invece spiega che "ha venduto un socio privato".

"Non so dire se possa essere un'operazione collegata ad altre azioni di vendita della Fondazione, non lo so", ha aggiunto la fonte che non ha voluto rivelare l'identità del socio che avrebbe venduto.   Continua...