PUNTO 3-AdF, Cedicor compra 33,4% e lancia Opa, titolo vola, l'incrocio con Sat

giovedì 27 febbraio 2014 17:19
 

* Cedicor al lavoro anche su Sat (Aeroporti di Pisa)

* Enti locali azionisti di Adf soddisfatti di socio industriale

* Secondo fonte non aderiranno all'Opa. Per statuto esprimono presidente (aggiunge commento Regione Toscana, fonti, aggiorna quotazioni)

MILANO, 27 febbraio (Reuters) - Cedicor, società controllante del gruppo argentino Corporacion America, ha raggiunto un accordo per l'acquisizione del 33,402% del capitale sociale di Aeroporto di Firenze (AdF) a 13,42 euro per azione.

A vendere è Aeroporti Holding, società controllata da Sagat (gestore dell'aeroporto di Torino-Caselle, facente capo al fondo F2i) e partecipata da Equiter (Intesa SanPaolo ) e Tecnoinvestimenti (riconducibile al sistema delle Camere di Commercio italiano).

A seguito del perfezionamento dell'operazione, Cedicor, che fa capo all'imprenditore Eduardo Eurnekian, dovrà promuovere un'offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria sulla rimanente parte del capitale sociale di AdF.

Il titolo, dopo non aver fatto prezzo per alcuni minuti, ha aperto le contrattazioni in forte rialzo, allineandosi al prezzo dell'Opa. Alle 17,15 il titolo guadagna il 22,48% a 13,35 euro .

L'attuale azionariato di AdF, oltre ad Aeroporti Holding, vede l'Ente Cassa di Risparmio di Firenze al 17,5%, la Camera di Commercio di Firenze al 15,456%, So.G.Im. all'11,7%, la Camera di Commercio di Prato al 5,113%, la Regione Toscana al 5,002% e il Comune di Firenze al 2,184%.

"È un altro esempio positivo di attrazione degli investimenti privati in Toscana. .. Di particolare rilievo il fatto che si tratta di un investitore industriale specializzato nella gestione di sistemi aeroportuali di media dimensione e soprattutto il fatto che la società non ha interessi su altri scali hub nazionali, per cui concentrerà in Toscana i suoi investimenti e la sua scommessa imprenditoriale" commenta in una nota il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, dopo un incontro con Eduardo Eurnekian.   Continua...