PUNTO 2-Risparmio gestito, gennaio in rosso ma fondi raccolgono 3,9 mld

mercoledì 26 febbraio 2014 16:00
 

* Mediolanum elimina mandati infragruppo sottraendo 13,2 mld a rilevazione

* Patrimonio sale a 1.335 miliardi di euro

* Fondi di diritto estero rappresentano 70% patrimonio totale (aggiunge nuovo commento)

MILANO, 26 febbraio (Reuters) - Resta robusta la raccolta dei fondi aperti a gennaio; il saldo di inizio anno del sistema del risparmio gestito presenta tuttavia un numero negativo per 1,5 miliardi come effetto della riorganizzazione dei mandati assicurativi fra le imprese del gruppo Mediolanum.

Quest'ultima ha infatti eliminato i mandati di gestione infragruppo da Mediolanum Vita verso Mediolanum Gestione Fondi dal primo gennaio, riportandoli in capo a Mediolanum Vita che non viene censita da Assogestioni.

"L'operazione ha comportato l'uscita dal perimetro della rilevazione Assogestioni di 13,216 miliardi registrati a diminuzione del patrimonio gestito e come raccolta netta negativa di gennaio", spiega l'associazione dei gestori a commento dei risultati mensili, che hanno carattere preliminare. "Il fenomeno non è in alcun modo collegato a disinvestimenti della clientela".

Il patrimonio in gestione registra un nuovo avanzamento attestandosi a 1.334,8 miliardi.

In continuità rispetto al 2013, quando le banche hanno ritrovato interesse nel collocamento del risparmio gestito, i fondi aperti incassano altri 3,9 miliardi. A gennaio i deflussi dalle gestioni di portafoglio sono stati di 5,42 miliardi, con riscatti per 6,4 miliardi per i mandati istituzionali.

"I mandati istituzionali e i fondi aperti sono i prodotti più rappresentati", sottolinea Teresa Lapolla, responsabile statistiche dell'ufficio studi di Assogestioni. I primi infatti, con 634 miliardi di patrimonio, rappresentano il 47,5% degli asset in gestione e i fondi il 42% con 560,5 miliardi.   Continua...