4 settembre 2013 / 13:45 / 4 anni fa

PUNTO 1-Ansaldo Energia, accordo su cessione a Doosan, manca ok politico - fonte

* Prevista quota minoranza per Finmeccanica o Fsi

* Enterprise value Ansaldo energia a 1,2/1,4 mld euro

* Impegno Doosan per investimenti, occupazione

* Broker giudicano positivamente scelta gruppo coreano (aggiunge dettagli, accorpa pezzi, aggiorna andamento titolo)

di Massimo Gaia

MILANO, 4 settembre (Reuters) - L'accordo di massima tra le parti sulla vendita di Ansaldo Energia, controllata di Finmeccanica, alla coreana Doosan Heavy è stato raggiunto per quanto riguarda quasi ogni aspetto, ma non c'è fino a ora l'avallo politico.

E' quanto dice a Reuters una fonte vicina alla situazione.

"Il partner (per Ansaldo Energia) c'è ed è Doosan", spiega la fonte. "C'è un piano industriale, ma rimane l'incognita sulla volontà del sistema Italia".

Con il gruppo coreano, aggiunge la fonte, "c'è l'accordo su quasi tutto, ma (Doosan) non vuole spingere su tutti i punti finché il quadro non sarà chiaro. L'accordo non è rifinito, ma non per mancanza di volontà delle parti".

Il passaggio di Ansaldo Energia a Doosan dovrebbe avvenire, secondo la fonte, sulla base di un enterprise value di 1,2-1,4 miliardi di euro.

TITOLO CORRE SU NOTIZIA

La notizia ha provocato un rally del titolo Finmeccanica, che, prima di ritracciare, nella prima parte della mattinata aveva beneficiato, secondo gli operatori, delle indiscrezioni stampa sulla possibile cessione di Drs.

Attorno alle 15,25 italiane, Finmeccanica, che prima della notizia guadagnava l'1,4%, sale del 5,12%, a 4,1080 euro, dopo aver segnato un massimo di 4,19 euro ed essere stata in asta di volatilità per eccesso di rialzo. Elevatissimi gli scambi: sono passati di mano oltre 13 milioni di pezzi, contro una media dell'intera seduta di 4,474 milioni negli ultimi trenta giorni.

Diversi operatori attribuiscono la performance del titolo a quanto riferito dalla fonte.

In una nota flash pubblicata a commento della notizia, un broker italiano scrive che "è positiva perché Doosan sembra un vero partner industriale, che vuole mantenere una presenza in Italia ed è ciò che il governo italiano e Finmeccanica stanno cercando". Il broker stima in 325-715 milioni di euro l'incasso per Finmeccanica, a seconda dello scenario su enterprise value e quota ceduta, aggiungendo che la cessione di Ansaldo Energia "ridurrebbe la possibilità di un aumento di capitale (di Finmeccanica), lo scenario su cui diversi hedge fund hanno puntato".

Un altro broker italiano, in una breve nota a commento, cita Reuters e ricorda che, la settimana scorsa, il ministro Flavio Zanonato si era detto decisamente contrario alla cessione di Ansaldo Energia e di altri asset di Finmeccanica.

GARANZIE DOOSAN SU OCCUPAZIONE E INVESTIMENTI

Il partner di Ansaldo Energia, prosegue la fonte, "arriverà con obblighi contrattuali su ciò che potrà fare su Genova. Ci sono vincoli, accettati, su investimenti e livelli occupazionali, sono stati messi per iscritto".

Il nodo è rappresentato dalla politica, sia a livello nazionale, sia a livello locale in Liguria. "Ci sono dei gap di comunicazione: nessuno ha spiegato alle autorità locali cosa c'è nel piano industriale di Doosan. I coreani hanno un mercato enorme e hanno bisogno della tecnologia di Ansaldo. Al contrario di Cina e India, la Corea non ha ancora siglato partnership con player internazionali", spiega la fonte.

Doosan viene considerato il partner ideale per la complementarietà tecnologica e la proiezione sui mercati emergenti.

Il rischio della sovrapposizione tecnologica è alla base, secondo la fonte, del fatto che Siemens, molto interessata al deal Ansaldo Energia, sia finita dietro le quinte. Fuori gioco anche General Electric : "Troppo complessa l'integrazione della tecnologia".

GE, peraltro, può essere considerato come l'esempio positivo di un colosso estero che compra in Italia senza smantellare stabilimenti o licenziare persone. Lo ha fatto con Nuovo Pignone, divenuto il cuore dell'oil&gas GE in Europa. E, nelle intenzioni, lo farà con Avio.

Dopo aver individuato una serie di interlocutori europei e asiatici, i venditori, prosegue la fonte, hanno scelto due soggetti coreani: oltre a Doosan, infatti, in short-list c'era Samsung Heavy.

Seul, spiega, "non ha un produttore locale di turbine, è il mercato che ha più senso, non ha tecnologia domestica. E Doosan ha un enorme interesse a trovare un soggetto che porti tecnologia".

FINMECCANICA O FSI AVREBBERO QUOTA DI MINORANZA

La bozza di accordo prevede che una quota di minoranza rimanga in mano a Finmeccanica o a un altro soggetto nazionale, come il Fondo Strategico Italiano (Fsi). "Il soggetto che resterà in minoranza, non ancora individuato, avrà il 20-30%, magari destinato successivamente a ridursi al 10%", aggiunge.

Il soggetto in minoranza "avrà diritti di governance e potrà far rispettare gli obblighi legati a occupazione e investimenti", conclude la fonte.

Secondo un'altra fonte, "la trattativa è a una fase avanzata", aggiungendo che "inizialmente Finmeccanica manterrà un 30% di Ansaldo Energia, che potrebbe poi gradulamente ridursi".

Per Ansaldo Energia "potrebbero esserci sviluppi rapidi, nei prossimi mesi, con la possibilità di un accordo sulla governance tra il socio di controllo estero e il Fondo strategico in posizione di minoranza", commenta un'altra fonte vicina alla situazione, ricordando che la cordata messa in piedi da Fsi non è decollata anche per l'assenza di imprenditori liguri disponibili a farne parte.

Il 22 agosto scorso, Finmeccanica aveva registrato un'impennata sulle indiscrezioni della stampa coreana riguardanti un funding per 500 milioni di dollari da parte di Doosan.

L'attuale azionariato di Ansaldo Energia vede Finmeccanica al 55% e l'operatore di private equity First Reserve al 45%.

Ansaldo Energia, consolidata da Finmeccanica al 55%, nel 2012 ha realizzato ricavi pari a 1,118 miliardi, un utile operativo adjusted di 95 milioni e un utile di 3,3 milioni. La società ha un indebitamento netto di 295 milioni.

Non è stato possibile avere un commento dai soggetti interessati.

- hanno collaborato Danilo Masoni, Luca Trogni

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below