Usa, due ex JP Morgan Chase accusati di frode in caso "London Whale"

mercoledì 14 agosto 2013 16:45
 

NEW YORK, 14 agosto (Reuters) - Due ex impiegati della JP Morgan Chase & Co che hanno lavorato a Londra sono stati accusati dai pm di Manhattan di frode telematica e di aver cospirato per falsificare conti e dati in una indagine collegata alle perdite da trading per 6,2 miliardi di dollari della banca americana lo scorso anno, secondo gli atti del tribunale.

Secondo le accuse, depositate oggi alla corte federale, i due impiegati, Julien Grout e Javier Martin-Artajo, hanno deliberatamente cercato di occultare centinaia di milioni di dollari di perdite su trading di un portafoglio di derivati di credito sintetici, sempre secondo quanto risulta dagli atti.

Il procuratore Preet Bharara terrà una conferenza stampa nel pomeriggio sulle accuse, secondo quanto riferisce una nota del suo ufficio.

Gli avvocati di Grout e Martin-Artajo hanno detto in precedenza che i loro assistiti, entrambi in Europa, non hanno fatto nulla di sbagliato.

Un portavoce di JPMorgan non ha commentato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia