Tip continua a correre, Equita e Integrae alzano target price

venerdì 9 agosto 2013 12:52
 

MILANO, 9 agosto (Reuters) - Tamburi Investment Partners continua a macinare rialzi, riportandosi sopra il prezzo dell'Ipo, spinta anche da due report di broker.

Attorno alle 12,45, il titolo della merchant e investment bank balza del 3,35%, a 1,7570 euro, dopo aver segnato un massimo di 1,85 euro. Tip, dunque, torna sopra gli 1,80 euro del prezzo di collocamento, che risale al novembre 2005, sull'Expandi. Straordinari i volumi: sono passati di mano oltre 998.000 pezzi, contro una media dell'intera seduta di 164.000 negli ultimi trenta giorni.

Ieri, Tip aveva messo a segno un rialzo del 4,62%.

A spingere il titolo della banca fondata da Gianni Tamburi, oltre ai risultati del primo semestre, sono due operazioni concluse recentemente: la cessione di Printemps e l'acquisizione del 14% di Ruffini Partecipazioni, holding a cui fa capo il 32% di Moncler.

Gli ultimi sviluppi hanno indotto Equita a confermare il rating buy e ad alzare il target price a 2,11 da 2 euro. Nel report, significativamente intitolato 'Luxury acquisitions and luxury returns', il broker italiano ripercorre i primi sette mesi, sottolineando che Tip ha dato prova di essere capace di identificare e valorizzare gli investimenti in società non quotate ed estere. Equita, inoltre, pone l'accento sugli impegni a lungo termine che Tip stringe con gli imprenditori di maggiore valore. Secondo il broker, l'investimento in Moncler rappresenta un catalizzatore ulteriore per il titolo nel medio termine.

Ancora più ottimista, sulle prospettive del titolo, è Integrae, che, confermando il rating buy, ha portato il target price a 2,50 da 2,30 euro. Il broker italiano ha incrementato le stime sul 2013 alla luce della plusvalenza su Printemps. "Da sottolineare", scrive Integrae, "che il valore delle sole società quotate a fine luglio era di circa 85 milioni. Concreta appare inoltre la possibilità di realizzare significativi capital gains dalla vendita delle partecipate non quotate".

Interessante, nella prospettiva dell'Ipo, la considerazione che Integrae fa sull'operazione Moncler: "Al valore di acquisizione (della quota di Ruffini Partecipazioni) il 100% di Moncler varrebbe circa 2,3 miliardi. Lo stesso calcolato attraverso i multipli di Ferragamo e Cucinelli sarebbe invece compreso in un range 3,1-3,3 miliardi".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia