Engineering, cessione quota in quadro divergenze azionisti - Amodeo

giovedì 8 agosto 2013 18:24
 

MILANO, 8 agosto (Reuters) - La famiglia Amodeo, nel giorno del perfezionamento della cessione del 29,9% di Engineering a One Equity Partners, sottolinea che la decisione di vendere è conseguenza delle divergenze tra azionisti.

"Nel giorno della vendita del 29,9% della nostra partecipazione in Engineering", si legge in una nota - firmata da Rosario, Costanza e Tommaso Amodeo -, inviata via mail a Reuters, "desideriamo salutare e ringraziare i colleghi e i dipendenti del gruppo. Che in questi anni hanno contribuito, veri attori della crescita industriale, allo sviluppo delle attività".

L'annuncio della cessione della partecipazione risale al 14 giugno scorso.

La decisione di vendere, aggiungono gli Amodeo, "maturata nel quadro delle divergenze tra azionisti, proietta Engineering verso una nuova fase societaria".

Il riferimento è ai rapporti tesi tra i due fondatori di Engineering, Rosario Amodeo e Michele Cinaglia.

"Dalla cessione del pacchetto", conclude la nota degli Amodeo, "derivano mezzi freschi che potranno essere utilizzati per nuove iniziative capaci di generare valore e sviluppo".

Oggi, Rosario e Tommaso Amodeo hanno rassegnato le dimissioni dalle cariche di consigliere e vice presidente del Cda.

Costanza Amodeo si era dimessa tempo fa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia