PUNTO 2-Mps, chiusa inchiesta, 11 indagati, Mussari ha anche insider trading

mercoledì 31 luglio 2013 18:44
 

* Da settembre la Procura decide su richieste di rinvio a giudizio o archiviazione

* Coinvolta sul Fresh 2008 per la legge 231 anche JP Morgan che nega addebiti

* Non c'è traccia di tangente ipotizzata da media, il pm: "Concentrati sui fatti" (Aggiunge dettagli da conferenza stampa)

SIENA, 31 luglio (Reuters) - E' stata chiusa ieri l'inchiesta dei magistrati di Siena sull'acquisizione da oltre 10 miliardi fatta da banca Mps della banca Antonveneta nel 2007, in cui sono indagati, tra gli altri l'ex presidente Giuseppe Mussari e l'ex Dg Antonio Vigni.

Lo si legge nell'avviso di conclusione delle indagini preliminari che Reuters ha potuto visionare e le cui conclusioni sono state illustrate dai magistrati in una conferenza stampa a Siena.

Gli avvisi di conclusione indagine hanno coinvolto 9 soggetti e anche, come persone giuridiche, la banca Monte dei Paschi e JP Morgan ai sensi della legge 231 sulla responsabilità delle società per reati commessi da loro funzionari nell'interesse aziendale.

JP Morgan in una nota di commento ha detto di ritenere che la banca e i suoi dipendenti "abbiano agito in modo del tutto corretto e appropriato", affermando che si difenderà "con forza".

"Jp Morgan ha una posizione che vedremo. Era stata autorizzata dalla Banca d'Italia a salire fino a una determinata percentuale del capitale azionario di Mps, il che comportava obblighi di comunicazione. Alla Vigilanza questo andava comunicato? Noi riteniamo di sì, Jp Morgan ritiene di no. Ci confronteremo con serenità, senza alcun preconcetto", ha detto Nastasi.

Il generale del nucleo valutario della Gdf Giuseppe Bottillo ha spiegato che nel corso delle indagini sono state trovate più indemnity nascoste alla Banca d'Italia.   Continua...