25 luglio 2013 / 11:35 / 4 anni fa

PUNTO 1-Risparmio gestito, raccolti oltre 2,5 mld a giugno, +38 mld in sem1

(Aggiunge commento AD Anima Sgr)

MILANO, 25 luglio (Reuters) - L'industria del risparmio gestito in Italia registra il sesto mese consecutivo di raccolta positiva.

Le sottoscrizioni del mese di giugno, pari a 2,537 miliardi di euro, portano gli afflussi da inizio anno a quota 38,363 miliardi.

I fondi aperti continuano a trainare la raccolta, totalizzando 2,778 miliardi.

Patrimonio in calo, a quota 1.241,625 da 1.264,397 miliardi di maggio, a causa della correzione dei mercati.

E' quanto emerge dai dati preliminari della mappa del risparmio gestito, realizzata da Assogestioni.

"Siamo di fronte a un'industria in grande salute", sottolinea Marco Carreri, amministratore delegato di Anima Sgr. "Vedo vari elementi positivi. Intanto, la raccolta deriva da prodotti di medio e lungo termine, un fatto che evidenzia una maggiore capacità di orientare i clienti verso la pianificazione finanziaria".

Le gestioni collettive hanno raccolto 2,759 miliardi di euro, un dato che porta gli afflussi da inizio anno a quota 30,951 miliardi e il patrimonio a 559,348 miliardi, pari al 45% delle masse complessivamente gestite.

Sotto la pressione degli istituzionali (-298 milioni), la raccolta delle gestioni di portafoglio chiude il mese in negativo (-222 milioni). Nel primo semestre, in ogni caso, le gestioni di portafoglio hanno registrato afflussi per 7,412 miliardi, per un patrimonio di 682,277 miliardi (55% delle masse).

Oltre 800 milioni di raccolta per il gruppo Intesa Sanpaolo , realizzata quasi interamente sui fondi aperti. Segno più anche per Generali , UniCredit e Mediolanum. Deflussi per AM Holding, Allianz e Franklin Templeton. Da segnalare la performance del gruppo Banco Popolare , che ha raccolto oltre 700 milioni.

CANALE BANCARIO RIAPERTO

Carreri evidenzia che, "al fianco delle reti di promozione finanziaria, c'è una forte ripresa del canale bancario, che era stato il grande assente negli ultimi due-tre anni. Non più pressate dalle esigenze di funding, le banche sono tornate a guardare ai servizi a valore aggiunto".

Nel comparto dei fondi aperti, i prodotti di diritto estero hanno richiamato 2,491 miliardi di euro. La raccolta dei fondi di diritto italiano è pari a 288 milioni di euro.

Boom dei fondi monetari (+1,905 miliardi), classico parcheggio di liquidità: un segnale che potrebbe far presagire un cambio di rotta dell'industria nella seconda parte dell'anno.

L'AD di Anima attribuisce il ritorno di afflussi al cash al calo dei mercati che si è registrato nella seconda metà di maggio, con conseguenti "accresciuta avversione al rischio" e "spostamento verso la liquidità".

Non si arrestano gli afflussi verso i flessibili (+2,201 miliardi), mentre registrano riscatti azionari (-1,219 miliardi), obbligazionari (-722 milioni) ed hedge (-210 milioni). Segno più per i bilanciati (+1,002 miliardi).

FLESSIBILI SUPERSTAR

Da inizio anno, le performance più eclatanti le hanno fatte registrare flessibili (+16,149 miliardi) e obbligazionari (+13,415 miliardi), mentre spicca il segno meno degli azionari (-757 milioni).

Il boom di bond e flessibili, secondo Carreri, "è un segnale che prevale la ricerca di protezione sul rendimento".

L'AD di Anima è ottimista sulla seconda parte dell'anno. "Mi aspetto un trend che permarrà positivo, probabilmente meno evidente rispetto al boom dei primi sei mesi", argomenta. "Ma, anche attraverso il rilancio del canale bancario, credo che la raccolta resterà positiva. E continueranno a dominare prodotti che puntano alla protezione del capitale, smussando la rischiosità attraverso logiche flessibili".

Carreri, in particolare, si riferisce ai cosiddetti 'prodotti a finestra', come 'Traguardo 2018 Europa Alto Potenziale', una serie di prodotti con cui Anima ha raccolto 1,082 miliardi di euro.

"I prodotti a finestra", spiega l'AD di Anima, "sono particolarmente adatti ai modelli di servizio bancari. E' un modo per riportare i clienti verso scelte più bilanciate e diversificate, tornando gradualmente alla componente azionaria. A mio avviso, i fondi a finestra continueranno ad avere grandissimo successo, perché rappresentano un modo intelligente di riportare i clienti con gradualità verso il gestito, evitando i disastri del fai-da-te".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below