Risanamento balza su indiscrezioni offerta Qatar-Hines, fonti scettiche

lunedì 22 luglio 2013 13:12
 

MILANO, 22 luglio (Reuters) - Risanamento vola in borsa dopo le indiscrezioni stampa su una nuova offerta in arrivo dal tandem Qatar-Hines, anche se più fonti vicine alla situazione mostrano forte scetticismo sulla consistenza di questi rumors.

Intorno alle 13 il titolo sale dell'8,3% a 0,238 euro con volumi altissimi, pari a circa sei volte quelli scambiati in media in un'intera seduta, a fronte di un mercato assai meno vivace.

Il Sole24Ore ha scritto ieri che il Qatar starebbe valutando di lanciare una nuova offerta su tutti gli asset del gruppo immobiliare, quindi gli immobili di Parigi e l'area di Milano Santa Giulia, insieme a Hines Italia, da cui il fondo arabo ha rilevato a metà maggio il 40% del progetto di sviluppo immobiliare di Porta Nuova a Milano.

Hines e Qatar holding non commentano le indiscrezioni, ma una fonte vicina alla vicenda dice: "Da che mi risulta il Qatar ha già presentato in passato un'offerta sugli immobili di Parigi, che poteva essere anche estesa a Santa Giulia, e lì è rimasto, anche se i tempi si sono allungati e non certo per colpa del fondo arabo".

Qualche mese fa il fondo dell'emirato ha avanzato una manifestazione di interesse per gli immobili parigini di Risanamento per un valore intorno a 1-1,1 miliardi di euro che prevedeva anche un investimento da circa 100 milioni per Milano Santa Giulia, senza peraltro presentare, ricorda una fonte, offerte vincolanti.

Hines Italia aveva invece presentato un'offerta per la gestione dello sviluppo dell'area milanese di Santa Giulia, ma le è stata preferita Idea Fimit con cui Risanamento ha in corso trattative in esclusiva. Secondo una fonte "un accordo di massima potrebbe essere raggiunto entro fine mese".

L'offerta congiunta ipotizzata dal Sole sarebbe superiore a 1,3 miliardi di euro e farebbe quindi concorrenza a quella avanzata da Luigi Zunino, fondatore ed ex azionista di controllo di Risanamento costretto a lasciare nel 2009 la guida della società di cui la procura di Milano aveva chiesto il fallimento.

Ora si guarda al Cda di Risanamento del 31 luglio, che all'ordine del giorno ha l'esame dei conti semestrali e che potrebbe fare una prima valutazione del rapporto dell'advisor Banca Leonardo, che proprio a ridosso di quella data dovrebbe presentare il risultato del lavoro di scouting sugli immobili di Parigi. "Il lavoro di Leonardo serve per capire il reale interesse per gli asset francesi e il loro valore, in modo che Risanamento possa decidere cosa farne, come valorizzarli", dice una delle fonti. "Solo dopo una valutazione approfondita del rapporto di Leonardo sarà possibile per la società esprimersi su ogni eventuale offerta", prosegue facendo intendere che i tempi saranno lunghi. Recentemente un'altra fonte aveva parlato di "almeno tre offerte" per Parigi - oltre a Zunino e al Qatar, quella del fondo Usa Thor Equities - e di un possibile "beauty contest" per la selezione.

E' possibile intanto, come anticipato dal Sole ieri, che si tenga in settimana un Cda di Risanamento sul contenzioso legale in corso con Sesto Immobiliare, la società che ha acquisito l'area Falck di Sesto San Giovanni nel 2010 e che poi ha chiesto l'annullamento del contratto. "E' probabile che entro la settimana possa essere trovata una soluzione con Davide Bizzi, che ora ha ogni interesse per chiudere l'arbitrato visto che in quell'area sarà realizzata la Citta della salute", commenta una delle fonti.   Continua...