B.Profilo, assemblea reintegra Arpe da sospensione per condanna Ciappazzi

lunedì 15 luglio 2013 15:58
 

MILANO, 15 luglio (Reuters) - L'assemblea degli azionisti di Banca Profilo ha respinto la proposta di revoca di Matteo Arpe dalla carica di presidente formulata a seguito della sentenza di appello per il caso Parmalat-Ciappazzi che ha visto la condanna del banchiere a tre anni e sette mesi per bancarotta fraudolenta.

La proposta, portata in assemblea ai sensi dell'articolo 26 del Testo Unico Bancario e del decreto ministeriale 161 del 1998, è stata respinta "a larghissima maggioranza", come ha annunciato il vice presidente Guido Bastianini che ha presieduto la riunione in assenza di Arpe.

Lo stesso Arpe si era autosospeso dalle funzioni di presidente e amministratore della banca comunicando la sua decisione al Cda lo scorso 7 giugno.

In assemblea era presente poco più del 64% del capitale di Banca Profilo. Arepo, società che fa capo ad Arpe, detiene il 61,89% del capitale.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia