PUNTO 1 - Buyout, Charterhouse acquisisce Doc Generici da Chiesi e altri

martedì 21 maggio 2013 13:03
 

(Aggiunge fonte)

MILANO, 21 maggio (Reuters) - L'operatore di private equity Charterhouse Capital Partners ha acquisito il 100% del capitale della società farmaceutica italiana Doc Generici.

I venditori, si legge in un comunicato, sono Apotex, Chiesi Farmaceutici e Zambon.

I termini finanziari della transazione non sono stati resi noti. Ma, secondo una fonte vicina all'operazione, Doc è passata di mano per una cifra pari a circa 2,5 volte i ricavi, che nel 2012 sono ammontati a circa 131,8 milioni di euro. L'azienda ha archiviato l'ultimo esercizio con un Ebitda di circa 43 milioni. La leva del deal, dice la fonte, "è grosso modo compresa tra 3,5 e 4 volte l'Ebitda", in linea con la media attuale e "assolutamente sostenibile alla luce della forte generazione di cassa".

Tirando le somme, Charterhouse ha acquisito Doc per circa 330 milioni di euro, di cui la metà circa finanziato dalle banche e il resto in equity.

Doc ha una quota del 15,3% circa del mercato dei farmaci generici in Italia.

L'asta, dice la fonte, "ha suscitato un grande interesse nella fase iniziale. Si sono fatti avanti soggetti finanziari e industriali. Poi, però, alcuni investitori sono stati spaventati dai rischi regolatori (normativa sul rimborso dei farmaci) ed è stato premiato chi ha avuto la migliore view sull'evoluzione di questa materia".

Secondo la fonte, il compratore "crede nelle dinamiche positive del generico in italia e nella qualità del management (di Doc)", guidato da Gualtiero Pasquarelli.

Si tratta del primo investimento di Charterhouse in Italia. L'operatore britannico, che nel nostro paese conta sul monitoraggio del partner Giuseppe Prestia, in passato ha lungamente valutato il dossier Rottapharm. Il nome di Charterhouse è comparso sulla stampa anche in relazione a presunte manifestazioni d'interesse per Sorin e Giochi Preziosi.   Continua...