PUNTO 1-Engineering, fallite trattative famiglia Amodeo con JP Morgan

martedì 7 maggio 2013 10:48
 

(Aggiunge dettagli, fonte, background)

MILANO, 7 maggio (Reuters) - Rosario, Costanza e Tommaso Amodeo hanno comunicato, nella serata di ieri, che non ha avuto esito positivo la trattativa per l'ingresso di One Equity Partners, fondo di private equity di JP Morgan Chase, nel capitale di Engineering.

Le trattative erano iniziate quasi un anno fa (nel giugno 2012).

Il comunicato della famiglia Amodeo non precisa le ragioni che hanno portato al fallimento del negoziato con One Equity.

Secondo quanto si legge sul sito di Consob, Rosario Amodeo ha in mano il 4,198% del capitale di Engineering, mentre ai figli Tommaso e Costanza fanno capo, rispettivamente, il 16,007% e il 15,930%. Nel complesso, dunque, gli Amodeo controllano il 36,135% del capitale; le quote in mano a Tommaso e Costanza, però, includono un 2,099% a testa di capitale senza diritti di voto, quindi, di fatto, in assemblea la famiglia 'pesa' per poco meno del 32% del capitale.

Rosario Amodeo aveva dato vita a Engineering, negli anni Ottanta del secolo scorso, con Michele Cinaglia, a cui fa capo il 23,176% del capitale. La moglie d Cinaglia, Marilena Menicucci, è titolare dell'11,970% del capitale. Nel complesso, la famiglia Cinaglia controlla il 35,146% del capitale.

L'azionariato di Engineering è completato da Bestinver Gestion (9,992%) e Ing Investment Management Belgium (2,025%). Ci sono, infine, azioni proprie, senza diritti di voto, pari al 2,017%.

Da tempo, i rapporti tra i due maggiori soci non sono rosei. E - in assenza di un azionista di controllo, complici le difficoltà di crescere in un settore, quello dell'Ict, che in Italia non vede il segno più da anni - l'azienda ne risente.

Gli Amodeo hanno provato a smuovere le acque, intavolando le trattative con One Equity Partners. Ma un potenziale acquirente deve mettere in conto il lancio di un'Opa, nonché la possibilità che l'altro azionista si metta di traverso. Un deal difficile, in sintesi.   Continua...