Turchia, consorzio Limak vince gara scalo Istanbul con 22,15 mld euro

venerdì 3 maggio 2013 15:32
 

ANKARA/MILANO, 3 maggio (Reuters) - Un consorzio guidato dalla conglomerata turca Limak si è aggiudicato la gara per per la gestione del terzo aeroporto di Istanbul, mettendo sul piatto 22,15 miliardi di euro.

Il consorzio (che, oltre a Limak, vede la partecipazione di Cengiz, Kolin, Mapa e Kalyion) ha superato la concorrenza di un raggruppamento formato dal gruppo turco IC Istas e dalla tedesca Fraport, che si è fermato a 20 miliardi di euro e che ha rinunciato a rilanciare sul prezzo.

Decisamente staccato un altro consorzio, interamente turco, guidato da TAV Holding (12,5 miliardi di euro).

TAV e IC-Fraport hanno deciso di ritirarsi dal processo, rinunciando a rilanciare sul prezzo.

Il titolo TAV è in netto calo: lascia sul terreno il 7,81%, a 11,80 lire turche, sui minimi di seduta.

Il contratto ha una durata di 25 anni.

Limak sinora si è affacciata timidamente in Italia: il nome della conglomerata turca, infatti, figurava tra quanti avevano presentato una manifestazione per l'aeroporto 'Cristoforo Colombo' di Genova, all'epoca del tentativo di cessione del 60% del capitale da parte dell'Autorità Portuale; processo abortito per via di vizi formali e che potrebbe ripartire nei prossimi mesi, con Gemina (15% del capitale) che dovrebbe a sua volta vendere la partecipazione nello scalo ligure.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia