Btp, Axa guarderebbe investimento decennale con tassi 5-5,25%-Iggo

mercoledì 6 marzo 2013 15:43
 

* Volatilità corporate high yield circa metà di quella equity

* Fra emergenti preferisce bond societari a titoli di stato

* Investment grade finanziari e corporate periferia

* Governativi soprattutto inflation-linked

MILANO, 6 marzo (Reuters) - AXA Investment Managers potrebbe tornare a valutare l'investimento in debito italiano se i rendimenti del decennale arrivassero in area 5-5,25%; ma, almeno per il momento, l'assenza di un governo capace di chiedere la protezione della Banca centrale europea continua a tenere alla larga la casa francese, così come altri investitori esteri.

Ne è convinto il CIO Global Fixed Income Chris Iggo, oggi a Milano per incontrare gli investitori e la stampa.

"La mia preoccupazione è che lo stallo politico sollevi domande sul futuro delle riforme in Italia e questo potrebbe voler dire che gli investitori torneranno a chiedere un premio al rischio maggiore", ha detto Iggo.

Salvo sorprese, i rendimenti italiani non dovrebbero esplodere, come accaduto nel maggio 2012, ma "nel breve termine, a causa del rischio politico, non sono neppure destinati a scendere", ha aggiunto.

Oggi il differenziale di rendimento fra decennale italiano e tedesco si è stretto fino a 314 punti base, il livello più basso segnato dopo che lo spoglio delle elezioni del 24-25 febbraio ha certificato l'impossibilità per qualsiasi forza politica di formare un governo, alimentando i timori di una nuova fase di instabilità per il Paese e l'intera zona euro. L'instabilità politica non sembra aver dunque sedato del tutto la fame di rendimenti che il mercato aveva mostrato nella primissima parte dell'anno.   Continua...