Alerion, ruolo aggregante in Italia, ma è gioco da miliardi - AD

lunedì 4 marzo 2013 15:37
 

MILANO, 4 marzo (Reuters) - Alerion Cleanpower si vede come un soggetto aggregatore in Italia nel breve periodo, ma nel lungo termine avrà difficoltà a fronteggiare stand-alone colossi da miliardi di euro.

E' quanto ha detto a Reuters l'amministratore delegato del produttore di energia da fonti rinnovabili, Giulio Antonello.

Parlando a margine del 'Family Office Investor Day', Antonello - che, nel corso del suo intervento, aveva definito "un gioco da miliardi" il business in cui opera Alerion - ha affermato di vedere, per il gruppo da lui guidato, "un ruolo di aggregatore" in Italia nel breve termine. Ma, ha aggiunto, "a livello internazionale la dimensione da raggiungere è un multiplo" di quella attuale di Alerion.

Antonello ha illustrato delle slide da cui emerge una stima di capacità installata pari a 335 megawatt entro la fine del 2016 (592 megawatt operativi), rispetto ai 262 megawatt consolidati operativi a fine 2012.

Dal punto di vista finanziario, Alerion punta a raggiungere un Ebitda di 155-170 milioni nel 2016.

Antonello ha definito l'area dei Balcani "molto interessante" e ha manifestato l'intenzione di "proseguire nella politica di dividendi".

Interpellato da Reuters sulle relazioni con l'azionista Monte dei Paschi di Siena, che controlla il 6,2% del capitale, ha parlato di "ottimi rapporti" e ha aggiunto che F2i, a cui fa capo il 15,7% del capitale, "è sicuramente al nostro fianco nel percorso di crescita".

(Massimo Gaia)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia