PUNTO 2 - Fonsai, venduti tutti diritti inoptati su ordinarie

martedì 4 settembre 2012 17:13
 

(aggiunge altri dettagli, aggiorna andamento titoli)

MILANO, 4 settembre (Reuters) - Nel secondo dei cinque giorni di asta sull'inoptato dell'aumento di capitale da 1,1 miliardi di Fonsai sono stati collocati tutti i diritti offerti sulle azioni ordinarie della compagnia che si fonderà con Unipol.

Secondo quanto risulta dagli schermi Reuters sono stati ceduti questa mattina 1.153.386 diritti al prezzo simbolico di 0,0002 euro, che si aggiungono ai 975 diritti venduti nell'asta di ieri.

Dopo una partenza in sordina si è pertanto esaurito il quantitativo dei diritti (1.154.361) che non erano stati esercitati al termine dell'offerta chiusa il primo agosto, validi per la sottoscrizione di azioni ordinarie Fonsai pari al 31,7% delle azioni offerte per un controvalore di 291 milioni circa.

Non è chiaro se i diritti siano stati venduti in un unico blocco o in più tranche, né se abbia partecipato la stessa Unipol che si era detta disponibile a procedere in sede d'asta dei diritti per sottoscrivere fino al massimo un altro 4,9% del capitale ordinario post-aumento anche se quest'ultima ipotesi appare poco probabile.

"A questi prezzi, in teoria, chiunque potrebbe aver comprato i diritti anche senza avere alcuna intenzione di esercitarli", osserva un trader

"Sembra difficile che Unipol abbia comprato i diritti nel secondo giorno d'asta", aggiunge.

Il 10 settembre è il termine ultimo per l'esercizio dei diritti inoptati acquistati e la conseguente sottoscrizione delle azioni.

Ancora aperto invece il fronte aumento capitale di Unipol , che ha visto stamani il collocamento di circa 2,83 milioni di diritti sulle azioni ordinarie dopo i 3.000 di ieri, su un totale disponibile di circa 5,73 milioni riguardanti la sottoscrizione del 27,13% delle azioni ordinarie offerte in aumento.   Continua...