Unicredit, Cariverona serena su soci esteri banca - Sala

lunedì 23 luglio 2012 16:16
 

MILANO, 23 luglio (Reuters) - La Fondazione Cariverona, tra i principali azionisti italiani di Unicredit con il 3,5% circa, non è preoccupata del rafforzamento della compagine estera nell'azionario dell'istituto.

Lo ha detto il vicepresidente vicario dell'ente, Giovanni Sala, a margine di un evento sulle fondazioni di origine bancaria organizzato da Mediobanca.

"No, siamo sereni", ha risposto Sala a chi gli chiedeva se la crescita della componente estera nell'azionariato di Unicredit, e che recentemente ha registrato l'ingresso del fondo britannico Pamplona Capital Management con il 5% circa del capitale, destasse qualche preoccupazione all'interno della Fondazione.

Con l'operazione annunciata alla fine del mese scorso, Pamplona è diventato il secondo maggiore azionista di Unicredit dopo Aabar che detiene il 6,5% circa.

Sala ha inoltre espresso apprezzamenti nei confronti del nuovo progetto sul riassetto organizzativo della banca approvato dal Cda lo scorso 20 luglio.

"Tutto quello che riduce i costi e migliora l'efficienza è un segnale positivo di reattività in un momento difficile", ha detto.

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia