Unipol-Fonsai, verdetto Consob su Milano Ass. atteso per giovedì-fonti

martedì 3 luglio 2012 18:30
 

di Gianluca Semeraro e Andrea Mandalà

MILANO, 3 luglio (Reuters) - Il verdetto di Consob sull'esenzione dall'obbligo di Opa per Unipol anche su Milano Assicurazioni potrebbe arrivare giovedì 5 luglio, aprendo la strada, in caso di esito positivo, all'avvio la prossima settimana degli aumenti di capitale previsti dall'operazione, in linea con la tempistica già fissata.

Lo riferiscono alcune fonti vicine alla situazione, sottolineando che le banche che faranno parte del consorzio di garanzia dei due aumenti di Fondiaria-Sai e Unipol, da 1,1 miliardi ciascuno, stanno lavorando per far partire le due operazioni lunedì 9, ultima finestra utile per evitare un rinvio a settembre.

"La risposta potrebbe arrivare questa settimana", dice una delle fonti. Altre due sono più precise e indicano la giornata di giovedì. Nella stessa giornata Consob dovrebbe dare il via libera alla pubblicazione dei due prospetti.

A quel punto il Cda Fonsai, già convocato per giovedì 5, in caso di ok all'esenzione dall'obbligo di Opa e con i consorzi di garanzia, potrebbe stabilire il prezzo dell'aumento e dare il varo definitivo all'operazione. Un iter simile è atteso anche per Unipol.

Tuttavia - sottolinea una delle fonti - "la situazione resta fluida" e non sono da escludere ulteriori colpi di scena nei prossimi giorni che potrebbero rendere il cammino dell'operazione Unipol-Fonsai più impervio.

Il riferimento è sia a eventuali prossime mosse di Alessandro Della Chà, custode giudiziale delle azioni in mano ai due trust 'Evergreen' e 'Heritage', o della famiglia Ligresti.

Sul primo punto infatti l'incognita riguarda proprio le mosse future di Della Chà dopo che ieri il Cda di Premafin , holding di controllo di Fonsai e Milano Assicurazioni, ha chiarito che intende andare avanti con l'aumento di capitale riservato a Unipol da 400 milioni di euro, uno dei tasselli fondamentali per tutta l'operazione.

Al contempo ha deciso di procedere alla convocazione di un'assemblea straordinaria degli azionisti come da richiesta di Della Chà, dopo che il custode avrà precisato che l'ordine del giorno proposto ha come oggetto esclusivamente la revoca della delibera assunta il 12 giugno scorso sull'aumento riservato a Unipol. Tuttavia, dando comunque seguito all'aumento di capitale, si potrebbe arrivare a quella assemblea con una mappa azionaria modificata che vedrebbe Unipol in netta maggioranza.   Continua...