Banche, p/t Bce per problemi liquidità, non credito-Reichlin

mercoledì 18 aprile 2012 14:25
 

MILANO, 18 aprile (Reuters) - Le aste triennali della Banca centrale europea devono servire alle banche per aggiustare i propri problemi di liquidità e non per stimolare l'economia reale con l'erogazione di credito.

Ne è convinta Lucrezia Reichlin, professoressa della London Business School, nonchè consigliere di Unicredit.

"I fondi della Bce devono servire a risolvere i problemi di liquidità delle banche e non all'erogazione di credito", ha detto Reichlin nel corso della sessione di apertura del Salone del Risparmio. "Il problema del credito all'investimento è più complesso, c'è una domanda e c'è un'offerta".

La Bce ha inondato il sistema bancario della zona euro con circa 1.000 miliardi di liquidità a tre anni attraverso un'asta a dicembre e una a fine febbraio.

Reichlin ha ricordato che allo stress di liquidità delle banche è collegata la crescita dei flussi verso i depositi a termine, offerti dagli istituti di credito, con la diminuzione di quelli verso i fondi comuni di investimento.

"Siamo di fronte ad una diminuzione strutturale dei fondi", ha detto l'economista.

Parlando del risparmio in Italia Reichlin ha parlato di "anomalia italiana": nel nostro Paese, infatti, "il risparmio delle famiglie decresce mentre quelle delle imprese cresce", ha sottolineato.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia