PUNTO 1-Generali, consigliere Pellicioli non scontento di gestione

martedì 17 aprile 2012 14:57
 

(Aggiunge altre dichiarazioni)

MILANO, 17 aprile (Reuters) - L'amministratore delegato di De Agostini, Lorenzo Pellicioli, dice di non avere problemi con la gestione attuale di Generali.

Interpellato sulle voci di scontentezza da parte di alcuni azionisti riguardo alla gestione della compagnia triestina, Pellicioli ha risposto che "nel nostro caso non corrisponde (al vero)".

Parlando a margine dell'assemblea di Dea Capital, Pellicioli ha risposto "non abbiamo problemi" a chi gli chiedeva se De Agostini fosse soddisfatta del management di Generali.

De Agostini detiene una quota di Generali pari al 2,43% e Pellicioli siede nel consiglio di amministrazione.

Affrontando il tema delle quotazioni del titolo del Leone di Trieste (De Agostini ha in carico le azioni a 14 euro, a fronte dei 10,5 euro circa di quotazione), il manager ha affermato che "mi pare che siano soltanto problemi macroeconomici". E, interpellato sulle prospettive di recupero del titolo, ha ironizzato: "Sperando che il mondo vada meglio, andrà meglio anche Generali".

D'altro canto, "è chiaro che siamo in una situazione recessiva, che durerà a lungo, le misure adottate mi sembrano inevitabili. La soluzione probabilmente è europea".

Pellicioli, quindi, ha risposto ad una domanda sull'operazione Unipol -FonSai : "Seduto al posto di Generali, più s'indebolisce un concorrente, meglio è, ma è difficilissimo giudicare sul futuro. Speriamo di prendere quote di mercato. Mi pare che (FonSai) sia in una posizione di debolezza: bene per noi che competiamo".

Per quanto riguarda DeA Capital, nel settore immobiliare, dopo l'operazione Fimit, ha spiegato Pellicioli, "c'è un tema di dimensione: con la combinazione ne abbiamo una tale che ci consente di avere una credibilità di partenza a livello internazionale... Abbiamo già una dimensione in Italia che è difficile pensare di crescere, è normale guardare fuori, è un obiettivo".   Continua...