Buyout, Permira valuta cessione Iglo (Findus) per 3 mld euro - fonti

lunedì 26 marzo 2012 14:36
 

LONDRA, 26 marzo (Reuters) - L'operatore di private equity Permira ha messo in cantiere la cessione di Birds Eye Iglo, il polo dei cibi surgelati che comprende anche la divisione italiana di Findus, un deal che potrebbe avere un controvalore di 3 miliardi di euro.

E' quanto riferiscono alcune fonti vicine alla situazione.

Iglo, che registra vendite annuali pari ad oltre 1,1 miliardi di euro, ha catalizzato l'interesse di diversi specialisti dei buyout, come Blackstone , BC Partners e Cinven. Permira ha reclutato Credit Suisse come adviser dell'operazione.

L'Ebitda di Iglo nel 2011 dovrebbe aver superato quota 320 milioni di euro. Le fonti ritengono che una cessione potrebbe avvenire ad un multiplo vicino alle nove volte l'Ebitda, mentre un'Ipo non potrebbe strappare valutazioni superiori a 7-7,5 volte.

La cessione potrebbe attirare l'attenzione di soggetti asiatici, in particolare della cinese Bright Food.

Unilever aveva ceduto a Permira gran parte del business dei cibi surgelati, nel 2006, per 1,73 miliardi di euro. Findus Italy è stata comprata dall'operatore di private equity, il cui ufficio italiano è guidato da Nicola Volpi, per 805 milioni di euro nel 2010.

Difficile pensare che Findus Group - seconda maggiore industria europea del settore, che non ha legami con Findus Italy - controllata da Lion Capital, possa partecipare all'asta per Iglo. Lion, infatti, si è detta interessata a cedere alcuni asset di Findus.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia