Private equity, +55% controvalore deal Italia in 2011 - report

venerdì 20 gennaio 2012 14:06
 

MILANO, 20 gennaio (Reuters) - L'industria del private equity italiana ha chiuso il 2011 con 66 operazioni, per un controvalore complessivo di 8,443 miliardi di euro.

E' quanto risulta al PE Lab, il laboratorio di analisi del private equity della Sda Bocconi diretto da Valter Conca.

Secondo i calcoli, contenuti in alcune slide preparate per un recente confegno dell'Andaf, il controvalore dei deal di private equity (che si riferisce all'enterprise value nelle operazioni di buyout, buy-in e secondary buyout, mentre considera l'equity investito nelle altre tipologie) è aumentato del 55% rispetto al 2010.

In calo, invece, il numero di deal: nel 2010 sono state 78. Il PE Lab conteggia a parte le operazioni di add-on, che sono state 4 l'anno scorso e 11 nel 2010.

Conca precisa che i dati sono incompleti, ma dovrebbero mancare soltanto poche operazioni all'appello.

Dall'analisi del PE Lab emerge che la percentuale di partecipazioni detenute in portafoglio da oltre quattro anni è salita al 51,9% dal 44,1% del 2010, mentre la durata media della way-out è cresciuta a 4,7 anni da 4,4 dell'anno precedente. Il numero di partecipazioni in portafoglio è arrivato a 806 da 773 del 2010.

Parziale, al momento, l'analisi del multiplo medio di Ebitda al quale sono state effettuate le operazioni nel 2011: al momento, però, il valore si attesta tra 6 e 7 volte, in linea con 6,9 dell'anno precedente.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia