PUNTO 4-UniCredit, torna sereno su aumento, faro Consob su Blackrock

mercoledì 11 gennaio 2012 19:26
 

(Aggiunge nota Proto)

di Gianluca Semeraro

MILANO, 11 gennaio (Reuters) - Dopo il panico del primo giorno, UniCredit sembra aver ritrovato una certa serenità in borsa e incassa nella seduta odierna l'ok di due azionisti, che in precedenza avevano mostrato perplessità, all'adesione all'aumento di capitale da 7,5 miliardi partito lunedì.

La Consob tiene tuttavia alta l'attenzione sul titolo. Dopo il faro acceso al debutto per verificare che non ci siano state violazioni sulla disciplina delle vendite allo scoperto, la commissione ha avviato accertamenti sulle comunicazioni di Blackrock riguardanti la sua quota.

Su richiesta della commissione, BlackRock ha comunicato stamane che al 28 dicembre aveva una partecipazione aggregata del 3,09% e che la notificazione all'authority, pubblicata il 2 gennaio sul suo sito web e indicante un calo all'1,71%, non avrebbe dovuto essere effettuata. La discesa di Blackrock in UniCredit era stata letta dal mercato come un calo temporaneo per acquistare in seguito a prezzi più bassi.

L'avventura dell'aumento di capitale da 7,5 miliardi era partita malissimo con i diritti di opzione che avevano ceduto nel primo giorno oltre il 65% e il titolo il 13%. Questo dopo il -40% circa segnato dal titolo nei giorni immediatamente successivi all'annuncio del prezzo di sottoscrizione di 1,943 euro.

Sulla scorta dello sconto generoso offerto, pari al 43% del prezzo ex diritto della seduta precedente, il mercato infatti ha ritenuto che la banca stessa avesse poca fiducia nel buon esito dell'operazione, penalizzando fortemente il titolo.

Già ieri però titoli e diritti hanno registrato un'inversione a U salendo rispettivamente del 6% e dell'81%. Alcuni broker hanno alzato il giudizio sul titolo soprattutto perché presenta valori interessanti rispetto ai competitor europei. E sullo sfondo aleggia la possibilità di ingresso di nuovi soci anche alla luce dell'azionariato diffuso.

"L'aumento di capitale scioglie i timori legati agli stress test dell'Eba. Inoltre UniCredit ha sottoperformato il settore bancario europeo del 45% nell'ultimo mese. Vediamo un downside limitato sui fondamentali", spiega un analista di un broker estero.   Continua...