Buyout, 3 fondi presenteranno offerte finali per Rottapharm

mercoledì 14 dicembre 2011 18:37
 

LONDRA, 14 dicembre (Reuters) - Saranno gli operatori di private equity Advent, Carlyle e Avista a contendersi un'importante quota nel gruppo farmaceutico italiano Rottapharm, secondo alcune fonti vicine alla situazione.

Advent, Carlyle e Avista sono stati infatti selezionati per il terzo e ultimo round di offerte per Rottapharm, che potrebbe portare uno dei tre a conquistare una partecipazione di circa il 40% nella società, secondo le fonti.

Il fondatore di Rottapharm, Luigi Rovati, ha infatti messo in vendita una quota nei mesi scorsi, puntando a raccogliere circa 2 miliardi di euro.

Nonostante la crisi del debito della zona euro e i cambiamenti politici avvenuti in Italia, la vendita ha attratto l'interesse di diversi private equity.

L'operazione è seguita da Credit Suisse e le offerte finali sono attese per l'inizio del prossimo anno, spiegano le fonti.

Il gruppo di private equity Clessidra potrebbe acquisire una quota del 20% nella società a fianco degli altri potenziali acquirenti, hanno aggiunto le fonti.

La famiglia monzese punta a mantenere in portafoglio una quota significativa, attorno al 40%.

Se davvero la quota di Rottapharm sarà venduta a un prezzo vicino a quello chiesto dal fondatore, si tratterebbe della più grande operazione di private equity da quando Clayton Dubilier & Rice e Axa Private Equity hanno trovato un accordo per comprare la francese Spie a maggio.

I gruppi di private equity non hanno voluto commentare o non sono stati raggiungibili per un commento.   Continua...