6 maggio 2009 / 15:15 / 8 anni fa

Cti, dipendenti polo Bresso chiedono tempo per buyout - fonti

MILANO, 6 maggio (Reuters) - I lavoratori del polo biotecnologico di Bresso (Milano) hanno chiesto a Cell Therapeutics (CTIC.MI) di attendere sino al 30 giugno prossimo prima di procedere alla dismissione degli stabilimenti dove si svolge attività di ricerca nel campo dei farmaci anti-tumorali.

Lo ha detto a Reuters una fonte vicina alla materia.

Oggi, in Assolombarda, si è svolto un incontro fra i rappresentati dei lavoratori di Bresso (62 persone) e il management di Cell Therapeutichs, guidato da Christina Waters, presidente di Cti Europe.

L'incontro è durato oltre tre ore. All'ingresso, un gruppo di ricercatori ha contestato i vertici di Cti.

I sindacati hanno chiesto all'azienda "di ritardare la dismissione fino al 30 giugno", per dare tempo ai lavoratori di proseguire nei negoziati avviati con potenziali investitori.

Al momento, infatti, il prossimo 13 maggio scadrà il periodo (75 giorni) previsto dalla legge e Cti è intenzionata a procedere con lo smantellamento del polo di Bresso.

Domani, riferisce la fonte, Cti incontrerà il management degli stabilimenti di Bresso, che sta lavorando al buyout della società, e fra due giorni tornerà al tavolo con i sindacati.

I rappresentanti dei lavoratori hanno chiesto a Cti, oltre alla mobilità, di concedere un anno di cassa integrazione e "l'azienda pare non avere problemi a concederlo".

CREAZIONE NEWCO, REGIONE LOMBARDIA VALUTA FINANZIAMENTO

Per quanto riguarda le trattative con potenziali investitori disposti ad accompagnare il buyout, una seconda fonte spiega che "ci sono soggetti interessati, ma è prematuro fare nomi". Si tratterebbe, comunque, di società che operano nel settore biotecnologico.

Nelle settimane scorse, ricorda la prima fonte, la Regione Lombardia ha dato la disponibilità a valutare l'ipotesi di finanziare la newco attraverso cui i dipendenti realizzerebbero il buyout del polo di Bresso.

Il progetto dei dipendenti, spiega la fonte, "prevede di dare vita a Ricerca Italia, una nuova società partecipata da partner privati e pubblici". I dipendenti, da parte loro, destinerebbero alla newco gli incentivi all'esodo.

La Regione Lombardia punta a destinare alla newco i fondi previsti dalla legge 297, una norma che eroga denaro per progetti di ricerca, parte a fondo perduto, parte sotto forma di finanziamenti a tassi vantaggiosi.

Sinora, prosegue la fonte, "Cti non aveva ottenuto questi fondi perché non poteva garantire la copertura bancaria". Si tratterebbe, in pratica, di finanziare la newco attraverso fondi per progetti passati. Ma il problema è che questi fondi non arriverebbero immediatamente, mentre i dipendenti hanno a disposizione poco tempo prima che Cti smantelli.

La società guidata da James Bianco ha garantito che, in caso di buyout, lascerebbe la strumentazione e alcuni progetti, che sono in fase iniziale. Va ricordato che gli immobili che ospitano la struttura di Bresso sono di proprietà della casa farmaceutica Zambon.

PIXANTRONE ENTRA IN TERAPIA, TITOLO VOLA

Cti, che ha annunciato l'intenzione di focalizzarsi sulla commercializzazione, si terrà ben stretto il pixantrone, ovvero il farmaco di punta, sviluppato a Bresso "in circa dieci anni di lavoro".

Per il pixantrone, farmaco oggetto dell'esame della statunitense Fda (Food and Drug administration), Cti ha già venduto un'opzione a Novartis NOVN.VX per negoziarne in esclusiva la licenza a livello mondiale.

Ieri, Cell Therapeutics ha annunciato che il pixantrone è disponibile in Europa "nell'ambito di un programma a carattere nominativo". Il farmaco, finalizzato alla cura del linfoma non-Hodgkin, verrà distribuito agli operatori sanitari ai fini del trattamento di singoli pazienti.

Si tratta, riferisce una terza fonte vicina alla materia, "di un altro passo verso la commercializzazione di pixantrone, attesa entro fine 2009".

Sempre ieri, il titolo Cti ha messo a segno un balzo del 40% circa, mentre oggi ha chiuso con un rialzo del 21,91%, a 0,5730 euro, vicino al massimo dell'anno di 0,58 euro, toccato il 27 marzo scorso.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below