Banche, netto pessimismo broker su istituti GB e Spagna

venerdì 6 marzo 2009 13:16
 

6 marzo (Reuters) - Chi cercasse conforto sull'andamento del settore bancario europeo - gli istituti di credito italiani oggi hanno la maglia nera - non chieda a Morgan Stanley e JP Morgan, i cui analisti hanno pubblicato tra ieri e oggi note improntate decisamente al pessimismo sulle banche britanniche e spagnole.

In un'analisi sulla borsa britannica in cui dice di attendersi un calo complessivo degli utili 2009 del 60% rispetto al 2008, Morgan Stanley aggiunge infatti una stima di 20 miliardi di sterline di perdite per le banche inglesi quest'anno.

Il 60% di redditività in meno, ammette il broker "suona draconiano e iperbolico... ma pensiamo sia realistico e incorpora le pesanti perdite emerse nelle banche e insieme il forte calo dei prezzi delle materie prime" spiega il team di ricerca guidato da Graham Secker.

Morgan Stanley ha ridotto a 3.500 da 4.300 l'obiettivo a un anno del benchmark FTSE 100 .FTSE - oggi a quota 3.500 - e ribadisce che gran parte del calo degli utili verrà dagli istituti bancari.

Da JP Morgan sulla Spagna sono invece arrivati a raffica tagli di target price per i campioni del mercato bancario iberico: Banco Popular (POP.MC: Quotazione) vede il target tagliato a 3,20 euro da 4,20; per Banco Sabadell (SABE.MC: Quotazione) si cala a 2,10 da 2,60 euro; il target Banesto BTO.MC va a 5,60 da 6,80.

E ancora un taglio di price target per Bankinter (BKT.MC: Quotazione), a 5,20 euro da 5,40.

Madrid, da parte sua, ha annunciato oggi un piano di salvataggio da 2,7 miliardi di euro per le casse di risparmio locali Caja Castilla La Mancha, secondo fonti stampa.

Alle 12,50 lo Stoxx bancario paneuropeo cede il 4% ed è il peggior settore della lista (lo Stoxx generale .STOXX cede solo 0,8% circa), con molte maglie nere italiane.

Tra i titoli peggiori ci sono in testa Intesa Sp (ISP.MI: Quotazione) e Banco Popolare (BAPO.MI: Quotazione), in calo di circa 9%, mentre spicca il rimbalzo della britannica Lloyds (LLOY.L: Quotazione) sulle notizie dei progetti di sostegno del governo londinese (+7%) e il più 18% di Fortis Bank FOR.BR per cui si profila - secondo una fonte francese - nuovamente un accordo con BNP.