ETF, turnover europeo sale 120% in un anno - BGI

lunedì 6 luglio 2009 18:12
 

MILANO, 6 Luglio (Reuters) - E' cresciuto del 120% il turnover di ETF in Europa nel corso degli ultimi 12 mesi: lo dice un rapporto redatto da iShares/BGI, il più grande emittente mondiale di Exchange Traded Funds.

Lo studio evidenzia anche che nel complesso dell'intermediazione globale europea gli ETF sono saliti al giugno 2009 al 10,8% del totale dal 2,8% del giugno precedente, mentre il peso di azioni e future è sceso.

Secondo i dati di sintesi del neonato 'Trading European Exchange Traded Products' - che si proporrà a cadenza mensile - negli ultimi 12 mesi il turnover in euro degli ETF europei ha visto i numeri più alti nella categoria prodotti per Nazione, quasi 16,5 miliardi, con una quota del totale al 27,8%.

Dietro questi, si posizionano gli ETF "Non Delta 1" e quelli "Regionali", con scambi per quasi 11 miliardi e oltre 10,3 miliardi rispettivamente, seguiti da Exchange traded fund obbligazionari, oltre 7,7 miliardi e il 13,15% di peso. Il totale degli scambi di ETF europei - come censiti dal report di Bgi-Barclays Global Investors ma inclusivi dei prodotti di altre case - assomma a oltre 58,7 miliardi di euro.

Nel report si sottolinea anche l'importanza di variabili come gli spread intraday (scostamento denaro-lettera) nella valutazione del costo totale degli ETF. "È importante confrontare il bid-ask spread degli ETF con l'equivalente grandezza delle azioni sottostanti a livello di indice" si legge.

Barclays Global Investors (Bgi), cui fa capo il marchio iShares, secondo un accordo annunciato il 16 giugno scorso sarà ceduta dalla omonima banca inglese (BARC.L: Quotazione) al colosso dei fondi Blackrock.