Arca sgr può andare avanti da sola, nessuna pressione a venderci - AD

mercoledì 6 aprile 2016 18:20
 

MILANO, 6 aprile (Reuters) - Arca Sgr può benissimo continuare a camminare con le sue gambe e rappresenta una opportunità e non un problema per i suoi azionisti.

Lo ha detto, a margine del Salone del Risparmio, l'AD Ugo Loser.

Rispondendo ad una domanda su quali fossero le prospettive per la Sgr delle popolari, che ha suscitato l'interesse di alcuni operatori di private equity e di un concorrente più grande come Anima, Loser ha detto: "Arca può rimanere da sola anche se non in maniera indefinita... quest'anno ha avuto la più alta marginalità della sua storia... non c'è una pressione a venderci, non siamo un problema ma un'opportunità da cogliere nel migliore interesse di tutti".

Arca sgr vede tra i suoi azionisti, oltre alla popolare dell'Emilia e a quella di Sondrio, le due banche venete - Popolare di Vicenza e Veneto Banca - al centro di un processo di ricapitalizzazione e quotazione in borsa. Proprio le necessità patrimoniali delle due banche venete avevano alimentato l'attesa di un loro disimpegno dalla sgr, disimpegno peraltro mai confermato dai vertici.

"Restiamo molto legati ai nostri azionisti che hanno una massa molto importante dei loro clienti presso di noi", ha aggiunto l'AD. "Chiaramente una macchina che funziona, meno la si tocca e meglio è".

Il riassetto azionario di Arca sgr, per cui si è parlato come adviser di Mediobanca e Rothschild, pare pertanto attendere che trovi una definizione più compiuta il mondo delle popolari che attualmente attraversa una fase di profonda trasformazione e consolidamento.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia